Concerti l'11 e il 14 luglio nelle città mariane, con artisti di Kiev

Riccardo Muti: le vie dell'amicizia a Lourdes e Loreto, ricordando la guerra in Ucraina

Il Maestro dirigerà la sua orchestra giovanile "Luigi Cherubini" e un coro misto di artisti italiani e ucraini in un ricco programma che prevede musiche di Mozart, Vivaldi e Verdi

Riccardo Muti: le vie dell'amicizia a Lourdes e Loreto, ricordando la guerra in Ucraina
Foto Silvia Lelli/courtesy riccardomutimusic
Riccardo Muti

Dal 1997, con uno storico concerto nella martoriata Sarajevo, Le vie dell'amicizia del Ravenna Festival portano un messaggio di pace e concordie in luoghi significativi del pianeta. Nel 2018, Riccardo Muti aveva diretto un concerto davanti alla cattedrale di Santa Sofia a Kiev. Quest'anno i luoghi scelti sono due città profondamente legate al culto di Maria: Lourdes, l'11 luglio, e Loreto il 14 luglio. I ragazzi dell'orchestra giovanile “Luigi Cherubini” e un coro misto di artisti italiani e ucraini eseguiranno un ricco programma che prevede il Magnificat di Vivaldi, l'Ave Verum Corpus di Mozart, lo Stabat Mater di Verdi, un salmo ortodosso, canti in basco e in occitano. 

Con la pandemia e la guerra, dice Riccardo Muti “siamo ancora più consapevoli della nostra fragilità e dell'esperienza del dolore. Ma la sofferenza non è il solo linguaggio che non conosce confini: la musica è capace di superare tutte le diversità di cultura, lingua e religione”

La Madonna come simbolo di tutte le madri, ricordando Pier Paolo Pasolini a cui è dedicata la XXXIII edizione dela Ravenna Festival . “Tu sei la sola al mondo che sa, del mio cuore, ciò che è stato sempre, prima di ogni altro amore”