Berlino: conferenza stampa dopo l'incontro tra Scholz e Macron

Macron: "Dobbiamo stare al fianco dell'Ucraina ma proteggerci da un conflitto più ampio"

I due hanno sottolineato la necessità di "un'Europa più sovrana, forte e unita". Da Macron la proposta di una Gran Bretagna che potrebbe "avere un posto" in una più ampia comunità europea di paesi democratici che si estenderebbe al di là della Ue

Macron: "Dobbiamo stare al fianco dell'Ucraina ma proteggerci da un conflitto più ampio"
Michael Kappeler/dpa via AP
Scholz, rispondendo a una domanda sul discorso di Putin durante le celebrazioni di oggi, ha detto che “è importante che si arrivi a una de-escalation In Ucraina”, ma "deve essere chiaro che non potrà accadere che l'Ucraina accetti una pace informa di diktat"

"Siamo insieme al fianco dell'Ucraina come parte della famiglia europea". Ha detto il cancelliere tedesco, Olaf Scholz, in conferenza stampa con il presidente francese Emmanuel Macron, oggi a Berlino per la prima visita ufficiale dopo il suo rinnovato incarico all’Eliseo. "Viviamo una svolta epocale" e "stiamo insieme come democratici, come europei e come membri della alleanza transatlantica", ha proseguito Scholz. Le frontiere in Europa non possono essere cambiate con la violenza, ha aggiunto.

La situazione in Europa con la guerra in Ucraina "ci preoccupa profondamente". Ha replicato il presidente francese Macron. "Siamo di fronte a una sfida per la nostra generazione, per il nostro continente", ha affermato. "Dobbiamo stare al fianco dell'Ucraina e allo stesso tempo proteggere le nostre popolazioni da un conflitto più ampio", ha spiegato.

Scholz, rispondendo a una domanda sul discorso di Putin durante le celebrazioni di oggi, ha detto che “è importante che si arrivi a una de-escalation In Ucraina”, ma "deve essere chiaro che non potrà accadere che l'Ucraina accetti una pace informa di diktat - ha ribadito - Noi chiediamo che siano riprese le trattative".

La Francia ha scelto per l'Europa e questo è stato un buon risultato" ha detto ancora il cancelliere tedesco Olaf Scholz. "Abbiamo bisogno di un'Europa forte e sovrana", ha aggiunto. "Vogliamo andare insieme su questa strada", ha aggiunto sottolineando le "importanti decisioni" che si dovranno prendere prossimamente. Anche Macron, subito dopo, ha sottolineato la necessità di "un'Europa più sovrana, forte e unita".

La Gran Bretagna potrebbe "avere un posto" nella più ampia comunità europea di paesi democratici che si estenderebbe al di là della Ue. Ha detto poi Emmanuel Macron, nel corso dell'incontro con la stampa assieme al cancelliere tedesco Olaf Scholz. "Il Regno Unito ha deciso di lasciare la nostra Unione Europea ma può avere un posto in questa comunità politica", ha proseguito Macron. Il presidente francese ha anche riferito di sapere "già chi sarà il prossimo primo ministro" francese, ma non lo ha comunicato.

Il cancelliere tedesco Olaf Scholz, riprendendo la proposta Macron, ha definito "molto interessante" l'idea del presidente francese Emmanuel Macron su una "comunità politica europea", ma ha sottolineato che questo non dovrebbe avvenire a scapito delle procedure già avviate dagli attuali candidati all'Ue.

Scholz: sulle armi, "Putin non ci lascia altra scelta", ha leso “il principio dell'inviolabilità dei confini”

In precedenza Scholz intervenendo al congresso del sindacato Dgb a Berlino, ha affermato: "Putin non ci lascia altra scelta". Il presidente russo ha messo in gioco la pace in Europa, e su questo non deve riuscire, "perciò aiutiamo l'Ucraina", ha spiegato il cancelliere tedesco, motivando la decisione di fornire armi pesanti. Putin ha leso "il principio dell'inviolabilità dei confini in Europa per il suo progetto di rivincita di un impero russo . Accettare questo significherebbe non solo piantare in asso le vittime, ma anche rafforzare il suo aggressore nella sua azione criminale".