Vicino a Lubiana

Slovenia, esplosione in un impianto chimico: ci sono feriti

Ancora ignote le cause. Le autorità: "Chiudete le finestre e restate al chiuso"

Slovenia, esplosione in un impianto chimico: ci sono feriti
Twitter
Esplosione a Kočevje, Slovenia

Un'esplosione in un impianto chimico nel sud-est della Slovenia ha causato almeno 20 feriti. Le autorità hanno esortato i residenti nelle vicinanze a rimanere al chiuso. La deflagrazione è avvenuta alle 8.30 circa a Kocevje, città di 8mila abitanti che si trova a circa 55 chilometri dalla capitale Lubiana. Le cause non sono ancora note. 

"Consigliamo a tutti i residenti nell'area circostante di chiudere le finestre e di non uscire all'aperto", è l'appello diramato dalla polizia locale tramite la televisione regionale N1. E' in corsa una riunione urgente dell'amministrazione locale mentre i vigili del fuoco e le squadre di emergenza si sono precipitati alla fabbrica Melamin dove è scoppiato un incendio, poi domato. Nell'impianto si producono prodotti chimici come resine per la carta, l'edilizia, il legno, la gomma e l'industria delle lacche. La fabbrica ha circa 200 dipendenti.

I media locali hanno riferito che l'esplosione è stata così potente che è stata avvertita dalle persone negli edifici vicini, ha detto la Sta.