Dopo la strage di Uvalde in Texas

Il leader della lobby delle armi: "Piangiamo i morti di un mostro criminale". Si attende Trump

Poi il capo della National Rifle Association (NRA), LaPierre, attacca Biden: "Limitare il diritto fondamentale degli americani a difendersi non è la risposta al male"

Il leader della lobby delle armi: "Piangiamo i morti di un mostro criminale". Si attende Trump
EPA/ADAM DAVIS
Donald Trump parla durante l'American Freedom Tour all'Austin Convention Center

"Limitare i diritti fondamentali non è la soluzione al male". A Houston, in Texas, si è aperta la conferenza annuale dell'Nra, la più potente lobby delle armi in Usa. E il direttore esecutivo, Wayne LaPierre, che ha inaugurato gli interventi nel centro convention, ha detto, ricordando la strage di martedì scorso nella scuola elementare di Uvalde, nello stesso Stato, che "tutti i membri della NRA piangono i morti di un mostro criminale che ha causato un dolore inimmaginabile. Ogni membro della Nra e ogni americano è in lutto". "Ma limitare il diritto fondamentale degli americani a difendersi non è la risposta, non lo è mai stata".

"Ventuno bellissime vite - ha aggiunto - sono state uccise da questo mostro. Noi abbiamo figli, figlie, e questa tragedia porta inimmaginabili sofferenze a chi si trova ad affrontarle. Ma noi non siamo d'accordo con quello che dice il presidente Biden sul Secondo Emendamento. Ci sono cose che possiamo fare, ma limitare i diritti fondamentali delle persone non è una soluzione al male. Noi dobbiamo proteggere le nostre scuole, le nostre banche, i nostri stadi e i palazzi del governo".  

La convention a Houston della NRA, la potente lobby delle armi, del resto, oggi non ha permesso la presenza di armi in sala. Le ha vietate il Secret Service a tutela dell'ex presidente Donald Trump, che dovrà intervenire nel pomeriggio texano (la tarda serata in Italia), a pochi giorni dalla strage nella scuola elementare di Uvalde. Il corpo che garantisce la sicurezza delle più alte autorità statali, anche dopo che hanno lasciato la carica, avrà il pieno controllo dell'evento. Sono previste perquisizioni e controlli con il metal detector, e non ci saranno depositi per lasciare eventuali armi. Misure speciali quindi per il tycoon, che fanno discutere pensando invece ai rischi che corrono ogni giorno gli alunni delle scuole.

Alla convention era prevista anche la presenza del governatore del Texas, Greg Abbot, trumpiano di ferro. L'ideatore del provvedimento che consente a tutti di possedere e portare in strada pistole e fucili senza licenza e che, invece, ha deciso di annullare la sua presenza e di inviare solo un video.

Cos'è la NRA

La National Rifle Association of America (in acronimo NRA, in precedenza American Rifle Association) è un'organizzazione che agisce in favore dei detentori di armi da fuoco. Fu fondata a New York nel 1871  e viene considerata la più antica organizzazione per i “diritti civili” degli Stati Uniti, dove il possesso e il porto di un'arma costituisce un diritto protetto dalla Costituzione (in particolare dal secondo emendamento). Presso la sua sede vi è anche un museo dedicato alle armi da fuoco, il National Firearms Museum.

La NRA è considerata una delle più influenti lobby politiche degli Stati Uniti, considerata la sua abilità nel distribuire grandi quantità di voti alle elezioni e le sue attività contro i tentativi di limitare la diffusione delle armi. Molte leggi sul controllo delle armi sono state fermate proprio da questa lobby.