Indagine internazionale

Anarchico milanese arrestato ad Atene, ricercato per gli scontri del 2011

L'uomo dovrà scontare una condanna a 6 anni di reclusione per devastazione e saccheggio e danneggiamento, reati commessi in occasione degli scontri con le forze dell'ordine avvenuti a Roma

Anarchico milanese arrestato ad Atene, ricercato per gli scontri del 2011
(Ansa/repertorio)
Carabinieri del Ros. immagini di repertorio

La polizia greca, in collaborazione con i carabinieri del Ros, ha arrestato un 39enne, anarchico-insurrezionalista milanese ad Atene. L'uomo era ricercato e dovrà scontare una condanna a 6 anni di reclusione per devastazione e saccheggio e danneggiamento, reati commessi in occasione dei violenti scontri con le forze dell'ordine avvenuti a Roma il 15 ottobre 2011, durante la manifestazione nazionale della 'Giornata dell'Indignazione', quando in piazza San Giovanni venne assaltato e incendiato un mezzo dell'arma dei carabinieri in servizio di ordine pubblico. Nel corso della manifestazione si registrarono numerosi scontri, saccheggi e danneggiamenti lungo le vie del centro storico.

L'arresto segue l'emissione di un provvedimento emesso dalla procura generale della repubblica di Roma, con il supporto del servizio per la cooperazione internazionale di polizia (Scip) della direzione centrale della polizia criminale, che ha operato all'estero attraverso la rete europea di ricerca latitanti Enfast (European Network Fugitive Active Search Teams). Il provvedimento era diventato esecutivo il 24 maggio 2022, quando la suprema corte di Cassazione aveva confermato la condanna nei confronti del militante insurrezionalista. L'anarchico è stato fermato nel centro di Atene.