Mercati

Borse in ordine sparso, Piazza Affari chiude in calo

Il petrolio Brent è in salita dell'1,4%, a quota 114,7 dollari al barile. Stabile il gas scambiato ad Amsterdam, a quota 129,5 euro al megawattora

Borse in ordine sparso, Piazza Affari chiude in calo
Pixabay
La situazione dei mercati

Oggi le borse europee, ma anche quelle americane, non sono andati in una direzione unica. Piazza Affari è stata la più debole tra quelle principali del continente. -0,86% per l'indice Ftse Mib. Nel resto d'Europa Parigi -0,43%, mentre sono stati in rialzo gli indici di Londra (+0,69%) e Francoforte (+0,52%). 

Poca convinzione anche a Wall Street, dopo il balzo di venerdì scorso: alle 18 ora italiana +0,08% per l'indice Dow Jones, -0,34% per il Nasdaq dei titoli tecnologici.

Mentre al G7 in corso in Germania si discute di un tetto al prezzo di petrolio e gas russi,  il petrolio Brent è in salita dell'1,4%, a quota 114,7 dollari al barile.  Stabile il gas scambiato ad Amsterdam, a quota 129,5 euro al megawattora.

A Piazza Affari, in evidenza sono due titoli in cui era azionista Leonardo Del Vecchio, scomparso questa mattina. Mediobanca, dove la Delfin di Del Vecchio ha il 19,4%, ha chiuso in calo del 2,16%. Il titolo Generali, dove la Delfin ha il 9%, è sceso del 3,03%.

Sul fronte opposto +43% per Saipem. Dato che coincide con l'aumento di capitale dal 2 miliardi di euro, iniziato oggi.