Sport

Giochi del Mediterraneo, 5 argenti e 2 bronzi per l'Italia

Argenti da Karate, Badminton, tennis tavolo, lotta greco-romana e ginnastica artistica maschile. Bronzi nel badminton e nella lotta greco-romana

Giochi del Mediterraneo, 5 argenti e 2 bronzi per l'Italia
(Coni)
Giochi del Mediterraneo, karate, Silvia Semeraro

Giornata senza ori per gli azzurri ai Giochi del Mediterraneo ma sono arrivati cinque argenti da Karate,  Badminton, tennis tavolo, lotta greco-romana e ginnastica artistica  maschile, e due bronzi, ancora nel badminton e nella lotta  greco-romana.

Dal badminton azzurro arrivano due importanti e storiche medaglie. L'argento di Katharina Fink e Yasmine Hamza nel doppio femminile: in  finale le azzurre sono state sconfitte 2-0 (21-15 21-18) dalle turche  Bengisu Ercetin e Nazlican Inci.

"È una medaglia storica e ci  riteniamo molto fortunate - ha dichiarato Hamza - Sono onorata di  rappresentare il mio paese e portare a casa questo argento. Ci  sentiamo molto fortunate e contente'', ha aggiunto Fink.

Medaglia di  bronzo per il doppio maschile Fabio Caponio e Giovanni Toti, fermati  in semifinale al termine di un match combattuto (17-21 21-15 21-19)  dagli spagnoli Luis Enrique Penalver e Pablo Abian.

 

Mirco Minguzzi ha vinto la medaglia  d'argento nella lotta greco-romana 87 kg. L'azzurro è stato battuto in finale per loro dall'algerino Bachir Sid Azara 5-0. Mentre Ruben  Marvice ha vinto la medaglia di bronzo nella lotta greco-romana 60 kg  maschili superando il siriano Ahmad Alnakdali per 10-8 che protesta  nel finale ha abbandonato la sfida.

Niente bronzo invece per Ignazio Sanfilippo nella categoria 67 kg di  lotta greco-romana. L'azzurro è stato battuto nella finalina dal  francese Gagik Snjoyan per 4-1. Non c'è l'ha fatta neanche Ciro Russo  sconfitto 3-1 dal croato Kamenjasevic.

 

Non è ancora il momento del primo oro per l'Italia del karate ai Giochi del Mediterraneo di Orano2022: nella finale kumite -68 kg, Silvia Semeraro viene sconfitta 2-0 dall'egiziana Feryal Abdelaziz. Per la Semeraro sfuma la possibilità di conquistare il secondo oro mediterraneo dopo quello vinto a Tarragona nel 2018. Prima della finale, l'atleta pugliese si era imposta contro la slovena Smilijan 4-0per poi superare la turca Eda Eltemur in semifinale.