Germania

"Ratzinger non poteva non sapere": vittima di reati di pedofilia denuncia il Papa emerito

Abusato da un prete pedofilo quando era bambino, a distanza di anni, un uomo denuncia Joseph Ratzinger perché colpevole, secondo la vittima, di "essere a conoscenza della situazione"

"Ratzinger non poteva non sapere": vittima di reati di pedofilia denuncia il Papa emerito
Ansa
Papa Ratzinger, nel 2013

Un 38enne bavarese, vittima da bambino di abusi sessuali imputati al sacerdote Peter H, ha denunciato al tribunale di Traunstein anche il Papa emerito Benedetto XVI, oltre che il suo successore alla diocesi di Monaco, il cardinale Friedrich Wetter, e i vertici del vescovado di Monaco

Come riportano i media tedeschi, tra cui Beyrische Rundfunk, l’uomo accusa Ratzinger perché “conosceva la situazione e ha perlomeno preso in considerazione alla leggera che quel sacerdote potesse ripetere i suoi reati”.

La presunta vittima vuol mantenere l'anonimato e si fa chiamare dai media tedeschi Julian Schwarz. Racconta che quando aveva tra gli 11 e i 12 anni don Peter gli mostrò dei video porno e abusò di lui sessualmente ma che nessuno, neanche sua madre con la quale si confidò, gli credette: “Il prete ha praticamente fatto addormentare l’intera comunità e ha venduto molto bene la sua versione”. Questa storia segnò profondamente la vita di Julian che peggiorò nell'andamento scolastico, scappò di casa e fece uso di droghe pesanti. Schwarz dichiara di aver subito "un omicidio emotivo. I bambini portano questo in loro per tutta la vita" e, a suo avviso, Ratzinger sapeva della propensione alla pedofilia di Peter H.

Nel 2010 ci furono le prime denunce contro don Peter H., tra cui quella di Julian, ma le indagini furono sospese e i reati prescritti. Ora però l’avvocato di Julian vuol recuperare il caso con una denuncia civile con cui chiede di valutare un’eventuale risarcimento danni. Nella denuncia è stato inserito anche il rapporto sugli abusi stilato dallo studio legale di Monaco Wsw, oltre che una sentenza del tribunale ecclesiastico sul caso di padre Peter H. In quell’occasione i giudici stabilirono che, nel 2016, gli ex arcivescovi Friedrich Wetter e prima ancora Joseph Ratzinger furono informati che Peter H. fosse un pedofilo. Ciò che però sembra non coincidere sono i tempi: quando sarebbero avvenuti gli abusi, Ratzinger non era più alla guida dell'Arcidiocesi di Monaco che guidò tra il 1977 e il 1982, ovvero due anni prima della nascita dell'uomo che avrebbe dunque subito le violenze tra il 1995 e il 1996. 

La denuncia si inserisce nel quadro di una sconfessione generale del mondo cattolico tedesco e, nei mesi scorsi, lo stesso Ratzinger aveva ammesso a nome di tutta la Chiesa "la grandissima colpa" di aver trascurato il grande male che da anni dissesta la Chiesa cattolica.