Tennis

Al via Wimbledon, per la prima volta non assegnerà punti

In seguito alla decisione degli organizzatori di escludere russi e bielorussi, l'associazione dei tennisti ha deciso per protesta di non concedere punteggio valido per la classifica mondiale

Al via Wimbledon, per la prima volta non assegnerà punti
AP Photo/Alastair Grant
Wimbledon 2022

Tutto pronto per la partenza ufficiale dell'edizione 2022 del torneo di Wimbledon, l'edizione più anomala della storia perché vale solo per statistiche e gloria mentre non assegnerà alcun punto Atp o Wta per la classifica. Per scelta (controversa e molto criticata) della stessa associazione dei tennisti professionisti che ha voluto così punire gli organizzatori del torneo più importante del mondo per aver deciso di bandire dalla manifestazione tennisti russi e bielorussi.

L'All England Club quest'anno non distribuirà punti per le classifiche Atp e Wta, ma di sicuro farà contenti lo stesso i tennisti (tutti quelli che parteciperanno) perché il montepremi è il più alto di sempre: 40,3 milioni di sterline (oltre 46 milioni di euro), con un incremento rispetto al 2021 del 15% che si ripercuoterà su ogni turno del torneo, dalle qualificazioni al main draw.

Si parte alle ore 12 italiane e scenderanno subito in campo numerosi big, da Novak Djokovic, detentore del titolo, al giovane fenomeno spagnolo che debutta sull'erba senza aver giocato mai una partita quest'anno su questa superficie, Carlos Alcaraz, dal beniamino di casa Andy Murray tornato a buoni livelli, lui che a Londra ha vinto due volte, a Jannik Sinner che affronta un altro vecchio campione, lo svizzero Stan Wawrinka. Per vedere in campo Rafael Nadal, il nostro Matteo Berrettini o il greco Stefanos Tsitsipas bisogna aspettare martedì.

Per quanto riguarda le donne, subito in campo Emma Raducanu, Ons Jabuer, Anett Kontaveit e Maria Sakkari, mentre Serena Williams, 40 anni, che non prende parte ad un torneo in singolare dalla sconfitta per ritiro a Wimbledon con Aliaksandra Sasnovich nel 2021 (è ritornata in campo nel tabellone di doppio con Ons Jabeur al Wta 500 di Eastbourne), si rivedrà sull'erba londinese martedì contro la francese Harmony Tan, 24 anni, nata quando Serena debuttava nel tennis professionistico (e batteva due top-10 di allora, Mary Pierce e Monica Seles).    

In attesa del finalista 2021 e n.1 d'Italia, Matteo Berrettini, oggi sono sei i tennisti italiani a scendere in campo, tre uomini e tre donne (due delle quali si affrontano in un derby). Tra gli uomini: Jannik Sinner (testa di serie n.10) - Stanislas Wawrinka (terzo match dalle 11 sul Campo 2); Fabio Fognini - Tallon Griekspoor (terzo match dalle 11 sul Campo 16); Andrea Vavassori - Frances Tiafoe (23) (ore 11, Campo 17). Tra le donne: il derby azzurro Martina Trevisan (22])- Elisabetta Cocciaretto (terzo match dalle 11 sul Campo 4); Lucia Bronzetti - Ann Li (terzo match dalle 11 sul Campo 9).

Oltre a Matteo Berrettini opposto al cileno Cristian Garin, toccherà agli azzurri Lorenzo Sonego contro l'americano Denis Kudla e Lorenzo Musetti contro l'altro americano Taylor Fritz. Tra le donne scenderanno in campo Camila Giorgi contro la polacca Magdalena Frch e Jasmine Paolini contro la ceca Petra Kvitova.

L'Italia punta tutto su Berrettini e spera nell'exploit di qualche altro suo rappresentante, in un torneo che, comunque vada a finire, vedrà Sinner diventare n.1 d'Italia e Djokovic uscire dopo 16 anni (a parte un periodo di crisi di qualche mese nel 2017) dalla top-5 del tennis mondiale come conseguenza del risultato dell'edizione 2021 di Wimbledon e dei punti conquistati: Matteo Berrettini, finalista sul prato verde londinese nel 2021, vedrà svanire ben 1.200 punti e cederà lo scettro di n.1 d'Italia a Jannik Sinner (fuori al primo turno nel 2021); Novak Djokovic, campione in carica a Londra, perderà ben 2.000 punti Atp e finirà fuori dalla top-5 anche se dovesse conquistare il suo 21esimo slam sull'erba di Londra.

Nella nuova classifica si assisterà poi a una ulteriore salita di Rafa Nadal che perderà zero punti non avendo partecipato alla scorsa tornata dei Championships, mentre si consoliderà la leadership del russo Daniil Medvedev che, escluso da Wimbledon, perderà comunque solo 180 punti in virtù del fatto che nel 2021 è stato eliminato agli ottavi.