Tragedia del Mottarone, la perizia: "Andava cambiato un pezzo della funivia"

Revocate le udienze previste per luglio, il giudice ha riconvocato le parti in aula il 20, 21 e 24 ottobre prossimi, quando dovranno essere illustrati e discussi gli esiti degli accertamenti tecnici

Tragedia del Mottarone, la perizia: "Andava cambiato un pezzo della funivia"
Ansa
Mottarone, vigili del fuoco sul posto dell'incidente

"Tre fili lesionati ad 8 millimetri dal colletto della testa fusa della traente inferiore del veicolo 3" è quanto emerso dai primi accertamenti dei periti sulla funivia del Mottarone, coinvolta nell'incidente in cui 14 persone hanno perso la vita lo scorso 23 maggio.

"Preme sottolineare che qualora tali lesioni si fossero riscontrate durante le ispezioni mensili previste da norme - sottolineano i periti - si sarebbe dovuta dismettere la testa fusa anticipando la data di scadenza della stessa".

Intanto il gip ha accolto la richiesta di proroga avanzata dai periti  nell'ambito dell'incidente probatorio sulle cause della strage. Le udienze previste per luglio sono state revocate e il giudice ha riconvocato le parti in aula il 20, 21 e 24 ottobre prossimi, quando dovranno essere illustrati e discussi gli esiti degli accertamenti tecnici.

Il gip ha ritenuto che "la necessità di approfondimento in ordine alle analisi frattografiche" - ovvero gli accertamenti relativi alla rottura dei materiali - "sia meritevole di accoglimento".