Lo studio su Science

A caccia di asteroidi al crepuscolo

Gli oggetti che orbitano tra il nostro pianeta e il Sole sono difficili da rilevare poiché sono spesso oscurati dalla luce proveniente dalla nostra stella

A caccia di asteroidi al crepuscolo
ESA-P.Carril
Ricostruzione grafica di un asteroide

Prima dell'alba o dopo il tramonto. Il momento migliore per cercare gli asteroidi interni all'orbita terrestre è il crepuscolo. Gli oggetti che orbitano tra il nostro pianeta e il Sole sono difficili da rilevare poiché sono spesso oscurati dalla luce proveniente dalla nostra stella. 

Uno studio pubblicato su Science fa il punto della situazione sulle nuove possibilità che derivano dall'utilizzo di telescopi crepuscolari, che osservano il cosmo durante le ore di buio per ottenere una migliore visione dello spazio. 

Utilizzando un telescopio crepuscolare, il team guidato dall’astronomo Scott S. Sheppard della Carnegie Institution of Science ha individuato il primo asteroide con un'orbita interna a Venere, chiamato 'Aylo''chaxnim 2020 AV2 e anche l'asteroide più veloce del Sistema Solare, 2021 PH27.

L'orbita ellittica di questo piccolo corpo celeste del diametro di circa 1 km, ha un semiasse maggiore di 70 milioni di chilometri (0.46 unità astronomiche), che gli conferisce un periodo orbitale di 113 giorni su un’orbita allungata che attraversa le orbite sia di Mercurio che di Venere, avvicinandosi fino a 20 milioni di chilometri dal Sole. 

I diversi tipi di asteroidi che orbitano vicino al Sole sono classificati in base alle orbite planetarie che attraversano.

A partire dai più distanti ci sono gli Amor, che si avvicinano alla Terra ma non attraversano l'orbita terrestre. Gli Apollo attraversano l'orbita terrestre ma hanno semiassi maggiori di quelli della Terra. Gli Atiras hanno orbite completamente interne alla Terra e i Vatiras, orbite completamente interne a Venere. L'asteroide 'Ayló'chaxnim è il primo tipo di Vatira osservato. In linea di principio, è possibile che ci siano asteroidi che esistono solo all'interno dell'orbita di Mercurio (i Vulcanoidi) ma non sono stati ancora osservati.

Classificazione degli asteroidi N. CARY/SCIENCE
Classificazione degli asteroidi

I telescopi crepuscolari sono utili per scrutare i NEO (Near Earth Objects) e classificare asteroidi particolari, come gli Atiras, che ruotano attorno alla Terra, i Vatiras, che orbitano attorno a Venere e i Vulcanoidi, oggetti ipotetici che si pensa ruotino attorno a Mercurio, ma non sono mai stati osservati finora. 

Il gruppo di ricerca sottolinea che queste recenti scoperte e le continue indagini telescopiche nel Sistema solare potrebbero rivelarsi fondamentali per comprendere meglio alcune classi di asteroidi, la loro formazione e il loro tracciamento.