Usa

Alabama, medaglia a 102enne, veterana della seconda guerra mondiale. La lotta contro la segregazione

Romay Davis sarà premiata per il suo servizio nell'unità militare - tutta al femminile e tutta di colore - che recapitò la posta alle truppe statunitensi in Europa durante la seconda guerra mondiale

Alabama, medaglia a 102enne, veterana della seconda guerra mondiale. La lotta contro la segregazione
AP
Romay Davis, 102 anni, posa con una foto che la ritrae durante la seconda guerra mondiale

Romay Davis, veterana della seconda guerra mondiale di 102 anni, verrà premiata per il suo servizio nell'unità militare tutta composta da afroamericani, che recapitava la posta accumulata nei magazzini ed indirizzata alle truppe statunitensi di stanza in Europa, durante la guerra: riceverà il riconoscimento nella sua casa di Montgomery, in Alabama, martedì. L'onorificenza segue la decisione del presidente Biden di firmare un disegno di legge che autorizza la Medaglia d'oro del Congresso per la sua unità, il 6888mo battaglione. 

 

Durante la guerra nell'esercito americano c'era ancora una forte segregazione razziale, l'unità fu inviata Europa per sgomberare enormi quantità di posta che si era accumulata nei magazzini, posta che nella fase finale della guerra, verso l'assedio di Berlino, era fondamentale per tenere alto il morale dei soldati statunitensi - sfiniti dopo 4 anni di guerra - mantenendo il contatto con i loro cari nella madrepatria, il motto dell'unità infatti, era "No Mail, Low Morale" (nessuna posta, morale basso ).  

In questa immagine fornita per gentile concessione degli Archivi nazionali, i membri del 6888th Central Postal Directory Battalion, un'unità tutta al femminile e tutta nera formata durante la seconda guerra mondiale AP
In questa immagine fornita per gentile concessione degli Archivi nazionali, i membri del 6888th Central Postal Directory Battalion, un'unità tutta al femminile e tutta nera formata durante la seconda guerra mondiale

L'unità di Davis faceva parte del Corpo dell'esercito femminile Usa creato dal presidente Franklin Delano Roosevelt nel 1943. Con la separazione razziale in vigore all'epoca, il corpo aggiunse unità afroamericane solo l'anno successivo - su sollecitazione della First Lady, Eleanor Roosevelt e della leader dei diritti civili Mary McLeod Bethune - nell'unità ci furono più di 800 donne nere, Romey è l'ultima superstite. 
 

 

In questa immagine fornita per gentile concessione degli Archivi nazionali, i membri del 6888th Central Postal Directory Battalion, un'unità tutta al femminile e tutta nera formata durante la seconda guerra mondiale AP
In questa immagine fornita per gentile concessione degli Archivi nazionali, i membri del 6888th Central Postal Directory Battalion, un'unità tutta al femminile e tutta nera formata durante la seconda guerra mondiale

Nel febbraio del 1945 dovettero confrontarsi non solo con montagne di posta non consegnata, ma anche affrontare anche - così nei loro racconti - con razzismo ed episodi di sessismo: gli fu stato negato l'ingresso in un club ed in un hotel della Croce Rossa americana. Le soldatesse di colore del 6888imo battaglione, servirono 24 ore su 24, 7 giorni su 7 in turni, sviluppando un sistema di tracciabilità inedito, che elaborava circa 65.000 lettere per turno, dimezzando in breve tempo l'arretrato di posta non consegnata ai soldati impegnati sul fronte: 'Un mese dopo la fine della guerra in Europa, nel giugno del 1945, il gruppo salpò per la Francia per iniziare a lavorare su ulteriori pile di posta rimaste lì - così la Davis in una recente intervista - ricevendo dai francesi liberati, un trattamento migliore di quello che avrebbero avuto sotto i regimi razzisti a casa: siamo stati festeggiati durante una parata della vittoria a Rouen, ed invitati a cena in case private", concluse la veterana.