Bari

Famiglia travolta da una moto. Il padre fa da scudo al figlio di 7 anni e muore sul colpo

Il bambino è in gravi condizioni, la madre è illesa. La famiglia, di Bitonto, travolta verso la mezzanotte sul lungomare Cristoforo Colombo. Alla guida dello scooter un ragazzo di 20 anni, indagato

Famiglia travolta da una moto. Il padre fa da scudo al figlio di 7 anni e muore sul colpo
ANSA
Bari: famiglia travolta da una moto guidata da un 20enne

Padre e figlio, la notte scorsa, sono stati falciati da una moto sul lungomare del rione Santo Spirito, a una decina di chilometri a nord di Bari. Sul selciato è rimasto il corpo di un uomo di 47 anni e quello di un bambino di sette. L'uomo è morto per le ferite riportate al capo, battuto violentemente sull'asfalto, il figlio è grave, ma ce la farà. 

La zona dell'incidente in estate è affollatissima, piena di lidi e ristoranti, al centro della movida estiva barese. Era quasi mezzanotte. La famiglia era uscita da una pizzeria nei pressi del lido La Rotonda. Stava attraversando la strada, probabilmente sulle strisce pedonali, per raggiungere l'auto e tornare a casa, nella vicina Bitonto, quando su di loro è piombata la moto che ha travolto padre e figlio. 

L'uomo, secondo alcuni testimoni, ha avvicinato a sé il bambino per fargli da scudo, per proteggerlo, ed è stato colpito in pieno: ha battuto il capo sull'asfalto ed è morto prima dell'arrivo dei soccorritori del 118. Il bambino, invece, ha riportato ferite alle gambe e contusioni in altre parti del corpo ed è stato condotto in codice rosso all'ospedale pediatrico Giovanni XXIII di Bari. Le sue condizioni sono gravi, ma non è in pericolo di vita. La mamma è illesa, ma in stato di shock. 

Sull'asfalto è rimasto anche il 20enne che era alla guida dello scooter. Ai testimoni è apparso subito in stato confusionale, forse a causa dei traumi riportati. Anche lui è stato portato in ospedale per farsi medicare, ma è stato dimesso dopo poche ore. È indagato a piede libero per omicidio stradale e lesioni personali colpose: a suo carico - spiegano gli inquirenti - finora non è stata emessa alcuna misura cautelare sia perché non è fuggito dopo i fatti, sia perché si è messo a disposizione degli agenti della Polizia locale che conducono le indagini. Il ventenne è stato sottoposto ad esami alcolemici e tossicologici che hanno dato esito negativo. Del caso si occupa il pm di turno del Tribunale di Bari, Savina Toscani. La moto è stata sequestrata per essere sottoposta ad accertamenti.