Anche piccoli risparmi hanno effetti significativi

Bollette luce e gas, il presidente di Arera: "Lavorare adesso per l'inverno è indispensabile"

Un paio di mesi fa la normalità era con il gas a 80 euro/Mwh. Oggi siamo a 140-150 euro

Bollette luce e gas, il presidente di Arera: "Lavorare adesso per l'inverno è indispensabile"
Ansa
Rincari, aumenti, bollette, gas, inflazione

"Lavorare adesso per avere una situazione gestibile il più possibile nel corso dell'inverno è assolutamente fondamentale" anche perché "la stagionalità è una variabile che c'è, indipendentemente dal fatto che ci sia la guerra o meno". Lo dice all'ANSA il presidente dell' Arera, Stefano Besseghini, chiarendo come "anche quello che è passato ieri nel decreto" del governo "sul supporto allo stoccaggio" del gas "va in questa direzione". "Gli strumenti sono sul tavolo" aggiunge precisando che la sua "non è una sollecitazione"; si tratta di fare "valutazioni senza arrivare all'ultimo momento".

"Rientrare in una dimensione come quella di due mesi fa nell'arco del prossimo inverno sarebbe già un notevolissimo passo avanti. Però bisogna fare i conti con un interlocutore russo che in questo momento ha in mano le carte".

"Già un paio di mesi fa pensavamo alla normalità con il gas a 80 euro/Mwh. Oggi siamo a 140-150 euro che sicuramente non è normalità".

"Per le famiglie tutte le logiche di risparmio di energia hanno un senso ancora più elevato in questo momento perché risparmi anche piccoli danno effetti significativi, c'è una lunga lista di cose da fare per contenere i consumi" e "valutare le proposte di natura commerciale con più criterio possibile"; per le aziende "è un po' più complicato, anche se hanno qualche capacità in più di contrattare con il fornitore". 

"L'atteggiamento da assumere oggi è di grande flessibilità" anche se "non esiste una soluzione ottimale".