Mercati

Borse incerte, gas ancora in rally

Milano perde mezzo punto percentuale, in linea con Londra, peggio Francoforte e Parigi

Borse incerte, gas ancora in rally
Pixabay
Tappo borsa

Apertura poco sopra la parità per tutte le Piazze Europee, che a metà mattinata però girano e vanno in negativo.

Milano a un’ora da metà seduta perde mezzo punto percentuale, in linea con Londra, peggio Francoforte e Parigi.

Con Wall Street chiusa ieri a guidare i mercati sono state le materie prime, gas in primis, in rally ormai da diversi giorni. Oggi ancora in salita a 175 euro/megawattora, il doppio rispetto a un mese fa.

Pesano gli annunciati scioperi in Norvegia, grande esportatore, l'allarme sul Nord Stream che tra una settimana si fermerà per manutenzione e l'interruzione a un impianto di esportazione americano.
Dagli stati uniti nella notte un incontro da remoto tra la segretaria del Tesoro statunitense Yellen e il vicepremier cinese Liu He, che ambedue le parti hanno definito costruttivo. Si sarebbe parlato anche di tariffe: l'amministrazione Biden starebbe pensando di eliminare alcuni dazi all'import dalla Cina.

Il petrolio Brent infine resta indicativamente stabile a 113,6 dollari al barile.