Napoli: catene, paletti e transenne del Comune per farsi il "parcheggio privato"

Rimossi dai Carabinieri e dalla Polizia municipale durante i controlli per contenere la movida selvaggia

Napoli: catene, paletti e transenne del Comune per farsi il "parcheggio privato"
Ansa
Parcheggi abusivi a Napoli

Movida sotto controllo a Napoli centro dove sono state addirittura utilizzate le transenne del Comune per creare parcheggi abusivi. Controlli notturni anche nei quartieri spagnoli e nella zona universitaria per i Carabinieri della compagnia Napoli Centro che hanno setacciato le strade insieme ai militari del reggimento Campania e al personale dell’ufficio rimozione veicoli abbandonati della polizia municipale locale.

Cento i paletti e le catene rimossi lungo diverse vie dei quartieri Montecalvario e Chiaia che erano stati installati abusivamente per assicurarsi il “parcheggio privato”. Rimosse anche cinque transenne del Comune di Napoli utilizzate per lo stesso motivo e che qualcuno aveva preso per sé. Sono nove, invece, i veicoli sequestrati perché parcheggiati in pubblica via senza la prevista copertura assicurativa.

Durante le operazioni è stato denunciato un 54enne del posto che è stato perquisito. Nelle sue tasche un coltello tattico. Non sono mancati i controlli alle attività commerciali. Denunciati un titolare e il suo collaboratore per somministrazione di bevande alcoliche a minori

Sorpresi e denunciati tre fratelli che esercitavano l’attività illecita di parcheggiatore abusivo in via Cesare Battisti, nonostante fossero colpiti da un provvedimento di pubblica sicurezza che gli vietava l’accesso nelle aree urbane.

Napoli, controlli della polizia Ansa
Napoli, controlli della polizia