La nota di Autostrade per l'Italia (Aspi)

Comincia l'esodo estivo, il picco sabato 6 agosto. Dal weekend successivo i primi rientri

Aspi comunica che le direttrici nord-sud saranno interessate dal maggiore flusso di traffico, in uscita dai centri urbani verso le mete di vacanza. La A1 Milano-Napoli, la A14 Bologna-Taranto e la A30 Caserta-Salerno le più coinvolte

Comincia l'esodo estivo, il picco sabato 6 agosto. Dal weekend successivo i primi rientri
Ansa
Auto incolonnate al casello autostradale di Fiano Romano - immagine d'archivio

È previsto a partire dal prossimo fine settimana (30-31 luglio) l'inizio della fase più intensa dell'esodo estivo, con traffico in aumento in particolar modo nei fine settimana. Le direttrici di collegamento tra nord e sud si confermano anche per questa estate le più trafficate, in particolare la A1 Milano-Napoli, la A14 Bologna-Taranto, la A30 Caserta-Salerno, mentre soprattutto durante il venerdì pomeriggio e nella mattina del sabato sono previsti flussi in aumento in uscita dai centri urbani con destinazione verso le principali località turistiche.

A fornire la prossima fotografia dell'esodo estivo è una nota di Autostrade per l’Italia (Aspi). La giornata con maggiore intensità di traffico sarà sabato 6 agosto, in cui sono previsti i maggiori spostamenti verso le località di villeggiatura. Traffico ancora molto intenso in direzione sud anche nel successivo weekend che precede il Ferragosto (13-14 agosto), in concomitanza del quale si registreranno anche spostamenti per i primi rientri verso le città e le regioni del nord.

Dalla seconda metà di agosto i maggiori spostamenti saranno dovuti principalmente ai rientri verso i grandi centri urbani, concentrandosi soprattutto nelle giornate di sabato e domenica con previsioni da bollino rosso. Per favorire gli spostamenti, Autostrade per l'Italia ha messo a punto un piano di gestione della viabilità che prevede, tra l'altro, la rimozione dei cantieri maggiormente impattanti lungo i principali tratti autostradali, affinché tutte le corsie risultino disponibili al traffico nei periodi di maggior afflusso.