Cort Nielsen vince la 10a tappa del Tour. Pogacar resta maglia gialla

Frazione condizionata dalla protesta di alcuni manifestanti, che hanno interrotto la corsa per una decina di minuti

Cort Nielsen vince la 10a tappa del Tour. Pogacar resta maglia gialla
LaPresse/Thibault Camus
Tour de France 2022, Cort Nielsen

Succede di tutto nella decima tappa del Tour de France, 148,5 km da Portes du Soleil a Megève. La vittoria va  al fotofinish al danese Magnus Cort Nielsen, che ha preceduto di pochi millimetri l'australiano Nick Schultz. Tadej Pogacar mantiene la maglia gialla con appena 11 secondi di vantaggio su Lennard Kemna.

Una giornata complicata per lo sloveno che perde il compagno George Bennett perché positivo al Covid e hain squadra Majka positivo ma con carica virale bassa. Pogacar ha comunque sprintato nel finale, mantenendo così la prima posizione in classifica generale.

Frazione condizionata dalla protesta di alcuni manifestanti, che hanno interrotto la corsa per una decina di minuti: la gara è ripartita dopo essere stata neutralizzata.

In quel momento, in testa, c'era uno scatenato Alberto Bettiol, che dopo una trentina di chilometri in fuga, ha ceduto nel finale. Simone Velasco, 12/o, è stato il primo degli italiani al traguardo.

Inizio di frazione scoppiettante, con velocità altissime efuga che non è riuscita a partire. L'azione giusta è scattata addirittura dopo sessanta chilometri, sul Col de Jambaz: all'attacco un folto drappello.

Dopo lo scollinamento alla Côte de Châtillon-sur-Cluses, l'attacco solitario di Alberto Bettiol e a poco più di 30 km dalla conclusione sette ambientalisti si siedono sulla sede stradale e lanciano fumogeni arancioni, Bettiol li schiva ma l'organizzazione della corsa è costretta a fermare tutti. Dieci minuti e più con il piede a terra, poi la giuria fa ripartire il toscano, una trentina di secondi più tardi i suoi inseguitori e dopo 7'25" anche il grosso del gruppo.

A 11 km dal traguardo, già sulla salita di Megève, Bettiol è stato raggiunto da sette corridori, ha rifiatato e un chilometro più tardi ha allungato ancora, portandosi via il tedesco Zimmerman, inseguiti da un gruppo di 10 con Kämna lanciato verso la maglia gialla e con Simone Velasco. Al ricongiungimento, è proprio uno stanchissimo Bettiol a staccarsi. A sei km dalla conclusione, l'affondo di Luis Leon Sanchez che ha attaccato nel tratto più duro della salita, ha approfittato della sfida tra Kämna e Simmons e della mancata collaborazione dei rivali. Poi al Gpm il rientro di Schultz e Jorgenson equindi di Van Baarle, Thomas, Wright e Cort Nielsen, con il danese che riesce ad infilare tutti.

Domani si sale ulteriormente con l'arrivo al Col du Granon Serre Chevalier dopo la partenza da Albertville.