L'intervista

Covid, Ciccozzi: “Stop a quarantena per gli asintomatici ma solo con Ffp2 obbligatoria"

L'epidemiologo del Campus Bio-Medico di Roma spiega perché il numero dei decessi è ancora così alto nonostante la curva dei contagi diminuisca

Covid, Ciccozzi: “Stop a quarantena per gli asintomatici ma solo con Ffp2 obbligatoria"
Andriy Popov / Alamy / IPA
Ciccozzi: "Stop alla quarantena per gli asintomatici solo con l'obbligo della Ffp2"

Continua la discesa della curva epidemica nel nostro Paese mentre resta ancora troppo alto il numero dei decessi. In aumento anche i ricoveri in area medica e in terapia intensiva. 

“Siamo nel pieno dell’ondata di Omicron 5, la variante più contagiosa in assoluto” afferma Massimo Ciccozzi, responsabile dell’Unità di statistica medica ed epidemiologia della facoltà di Medicina e chirurgia del Campus Bio- Medico di Roma.  

Omicron 5

“La variante Omicron 5 è davvero molto contagiosa e nelle scorse settimane ha determinato un vero e proprio boom di contagi. La sintomatologia è abbastanza leggera: febbre che dura al massimo un paio di giorni, mal di testa, mialgia diffusa. In genere i sintomi rientrano in 8-10 giorni”.

Perché un numero così elevato di decessi

“Il numero elevato dei decessi è determinato dall'onda lunga dei contagi delle scorse settimane. Purtroppo la fine delle restrizioni ha comportato un innalzamento dei nuovi casi e questi hanno comportato un innalzamento della mortalità. E’ importante sottolineare che i decessi riguardano pazienti molto anziani, soprattutto fragili, alle prese con patologie preesistenti. Inoltre, l’aumento dei decessi potrebbe anche documentare indirettamente che il numero reale di casi è molto più elevato di quelli noti alle statistiche ufficiali”, sottolinea Ciccozzi e avverte: “E’ prioritario, in questa fase e in futuro, proteggere i più fragili”.

Sull’eliminazione della quarantena dei positivi l'epidemiologo ammonisce “Molti altri Paesi stanno già seguendo questa strada ma togliere la quarantena in una situazione di assenza di sintomi può essere una soluzione valida solo con l’obbligatorietà della mascherina Ffp2. I pazienti asintomatici possono sì uscire, ma non infettare. Per i soggetti postivi inoltre manterrei il divieto di ingresso nelle strutture in cui si trovano persone fragili, come asili, ospedali e Rsa”. 

“E’ il momento di iniziare ad intraprendere una coabitazione serena con il virus- conclude l’esperto- senza mai dimenticare di proteggere i pazienti fragili”.

 

Guarda lo speciale: “Covid, i 30 mesi che hanno tolto il fiato al mondo”