I numeri della pandemia

Covid, continua a crescere l'incidenza dei casi settimanali. Oggi 100.690 contagi, 105 i morti

Salgono i ricoveri nei reparti ordinari e in terapia intensiva. Il tasso di positività scende a 27,1%. Rezza: "Aumenta la congestione degli ospedali"

Covid, continua a crescere l'incidenza dei casi settimanali. Oggi 100.690 contagi, 105 i morti
(GettyImages)
terapia intensiva

Sono 100.690 i nuovi casi di Covid secondo i dati del bollettino di oggi, 8 luglio, del Ministero della Salute. Ieri i contagiati erano stati 107.240. Le vittime sono invece 105 in aumento rispetto alle 94 di ieri.

Sono stati eseguiti in tutto, tra antigenici e molecolari, 371.874 tamponi con il tasso di positività che si attesta al 27%, in calo rispetto a ieri. Sono 361 i pazienti ricoverati in terapia intensiva, 18 in più rispetto a ieri. I ricoverati nei reparti ordinari sono 8.632, 80 in più di ieri.

È la Campania ad avere il maggior numero di nuovi contagiati (+13.477 casi). Seguono Lombardia (+12.508), Lazio (+10.108) e Veneto (+9.339).

Gli altri numeri della pandemia

Gli italiani positivi sono attualmente 1.247.222, in continua crescita negli ultimi giorni (+48.525). In totale sono 19.259.037 i contagiati dall’inizio della pandemia, mentre i morti salgono a 168.969. I dimessi e i guariti sono 17.842.846, con un incremento di 53.233.

In due settimane +50% di antivirali ritirati in farmacia

Sono stati finora oltre 62.600 i pazienti Covid curati a casa con gli antivirali. Spinte dall’aumento dei contagi, crescono le prescrizioni settimanali: dal 30 giugno al 6 luglio le richieste per molnupiravir di Merck (Msd in Italia) sono aumentate del 22,4% e quelle per Paxlovid di Pfizer del 32,1%. Ma soprattutto, in 14 giorni, sono raddoppiate (+106,9%) le terapie ritirate direttamente in farmacia, le cui prescrizioni sono passate da 4.000 a 8.300. È quanto emerge dal report dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) sugli antivirali contro il Covid. 

Situazione negli ospedali

In Italia si registra "un aumento delle congestione delle strutture ospedaliere anche se per fortuna il tasso di occupazione dei posti di terapie intensive è ancora relativamente basso". 

"Continua a crescere anche questa settimana il tasso di incidenza di casi Covid nel nostro Paese che supera di nuovo quota mille e si fissa intorno a 1.071 casi per 100mila abitanti". Ad affermarlo è il direttore generale della Prevenzione sanitaria del ministero della Salute, Giovanni Rezza, in un video messaggio di commento al monitoraggio settimanale. "Anche l'indice Rt - continua - mostra una tendenza alla salita: siamo ormai a 1,4 ben al di sopra dell'unità". Il tasso di occupazione dei posti letto nell'area medica e in terapia intensiva "è rispettivamente al 13,3% e al 3,5% e quindi è in aumento la congestione delle strutture ospedaliere anche se per fortuna il tasso d'occupazione in terapia intensiva resta relativamente basso". 

"Vista l'elevata velocità di circolazione virale e le grandi aggregazioni estive - conclude Rezza - è bene usare la mascherina e proteggere gli anziani con la seconda dose booster di vaccino".

 

Guarda lo speciale “Covid, i 30 mesi che hanno tolto il fiato al mondo”