L'allarme

Covid, continua la corsa del virus. Oms: 4,6 milioni di nuovi casi nel mondo in una settimana

L’Organizzazione mondiale della sanità invita a usare le mascherine nei luoghi affollati e a rischio

Covid, continua la corsa del virus. Oms: 4,6 milioni di nuovi casi nel mondo in una settimana
@ansa
Combo hub Covid-19 a Zhongguancun e il direttore generale dell'Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus

Il numero di nuovi casi settimanali di Covid, nel mondo, continua a crescere. Nella settimana dal 27giugno al 3 luglio sono stati segnalati oltre 4,6 milioni di nuovi casi, di cui 2,4 milioni in Europa. Sono stati invece 8.100 i decessi, diminuiti del 12%. E' quanto emerge dal nuovo bollettino settimanale dell'Organizzazione mondiale della Sanità. Al 3 luglio 2022, sono stati segnalati oltre 546 milioni dicasi confermati e oltre 6,3 milioni di decessi a livello globale. 

Il numero di nuovi casi settimanali è aumentato nella Regione del Mediterraneo Orientale (+29%), nella Regione del Sud-est Asiatico (+20%), nella Regione Europea (+15%) e nella Regione del Pacifico occidentale (+4%), mentre è diminuito in Africa (-33%) e nelle Americhe (-18%). 

A livello nazionale, il numero più alto di casi settimanali è stato segnalato da Francia (603.074 nuovi casi; +33%), Germania (555.331 nuovi casi; -2%), Italia (511.037 nuovi casi; +50%), Stati Uniti (496 049 nuovi casi; -29%) e Brasile (334.852 nuovi casi; -4%). Il numero più alto di decessi settimanali è stato segnalato dagli Stati Uniti (1.622 nuovi decessi; -19%), Brasile (1.187nuovi decessi; -10%), Cina (755 nuovi decessi; -30%), Italia(430 nuovi decessi; +21%) e Russia (371 nuovi decessi; -14%).

Dall'Oms anche un richiamo all'uso della mascherina e all'isolamento dei positivi al Covid: "Soprattutto se ti trovi in un luogo in cui i contagi sono in aumento, adotta misure di salute pubblica collaudate per mitigare il rischio", ha raccomandato nel corso del periodico aggiornamento per la stampa il direttore ì generale dell'Organizzazione mondiale della sanità, Tedros Adhanom Ghebreyesus. "Ad esempio - ha sottolineato - se ti trovi in un luogo affollato o al chiuso con scarsa ventilazione, indossa una mascherina. E se sei malato e puoi, resta a casa". Nella battaglia contro Sars-CoV-2 "i cittadini stessi", oltre a "governi, scienziati, aziende farmaceutiche e autorità sanitarie, devono fare la loro parte".

E a proposito della nuova variante è arrivato l’invito del direttore generale Oms ad accelerare sulla programmazione di interventi e la messa a punto di nuove armi anti-Covid: "Non sappiamo come sarà la prossima variante" di Sars-CoV-2. "Ciò richiede" da un lato "che usiamo gli strumenti che abbiamo ora", dall'altro "che sviluppiamo rapidamente la prossima generazione di contromisure". 

Mentre la campagna sulle quarte dosi non decolla, il Dg ha ricordato l'importanza di immunizzarsi e sottoporsi ai richiami raccomandati.  "Con l'evolversi del virus - ha evidenziato - la protezione dei vaccini diminuisce, pur essendo ancora davvero efficace nel prevenire malattie gravi e morte. Il calo dell'immunità sottolinea quindi l'importanza del booster, soprattutto per i più a rischio" come "gli anziani, le persone con malattie croniche, gli immunocompromessi e gli operatori sanitari".

 

Guarda lo speciale: “Covid, i 30 mesi che hanno tolto il fiato al mondo”