In calo ricoveri (-166) e intensive (-18)

Covid: oggi in Italia 49.571 nuovi casi e 121 decessi con un tasso di positività che scende al 17,1%

La regione con più casi Covid odierni è la Lombardia con 6.146 contagi seguita da Veneto, Campania, Emilia Romagna

Covid: oggi in Italia 49.571 nuovi casi e 121 decessi con un tasso di positività che scende al 17,1%
(Ansa)
terapia intensiva

Ancora in calo la curva epidemica in Italia. Oggi sono 49.571 i nuovi casi Covid, contro i 54.088 di ieri ma soprattutto i 68.170 di sabato scorso. I tamponi effettuati sono 290.013 (ieri 281.658) con un tasso di positivita' che scende dal 19,2% al 17,1%.   

 I decessi sono 121 nelle ultime 24 ore (ieri 244): 172.003le vittime dall'inizio della pandemia. In calo le terapie intensive, 18 in meno (ieri -6): in tutto sono 382 con 28 ingressi del giorno. Scende anche il numero dei ricoveri ordinari: sono 166 in meno (ieri -143), per un totale di 10.602. E' quanto emerge dal bollettino quotidiano del ministero della Salute.

La regione con più casi Covid odierni è la Lombardia con 6.146 contagi, seguita da Veneto (+5.868), Campania (+4.535). Emilia Romagna (+4.130) e Puglia (+3.905). I casi totali dall'inizio dell'epidemia salgono a 21.002.773. I dimessi/guariti delle ultime 24 ore sono 86.714 (ieri 83.238) per un totale che sale a 19.544.044. Gli attualmente positivi scendono di 36.538 unita' (ieri -29.065) e sono in tutto 1.323.264, di cui 1.275.742 in isolamento domiciliare.

“Direi che siamo al vertice della curva di crescita forse in una fase di stasi ma la prossima settimana sperabilmente avremo una decrescita. Purtroppo abbiamo imparato che i parametri più brutti, in particolare quello della mortalità, sono sempre in ritardo di una quindicina di giorni, e in proposito voglio sottolineare il fatto che questo dato ribadisce che il virus c'entra con queste morti, laddove molti negazionisti sostengono che sono persone morte ”con Covid" e non “per Covid”. Se fossero morti “con Covid” non avremmo dovuto vedere un ritardo casi-morti, che è invece evidente". Così all'Adnkronos Salute il virologo dell'università Statale di Milano Fabrizio Pregliasco.Cosa dobbiamo aspettarci per i giorni a venire? "Il mese di agosto - risponde l'esperto - va verso il meglio. Era ovvio che la nuova variante" BA.2.75, il sottolignaggio di Omicron 2 ribattezzato dai social Centaurus, "arrivasse anche in Italia per le sue caratteristiche di diffusività, e come abbiamo visto anche per Omicron - spiega - potrebbe essere protagonista di una ondata successiva nel prossimo futuro. Ciò conferma l'andamento a onde, come quelle prodotte da un sasso in uno stagno - ricorda Pregliasco -. Spero comunque che la capacità protettiva determinata dalla vaccinazione, dalla necessaria rivaccinazione non ampli troppo il numero dei soggetti suscettibili e le onde siano a digradare". Dunque a Ferragosto "respiriamo un pò ma - ammonisce - non abbassiamo la guardia perché il virus continua a circolare".