L'importanza della quarta dose

Covid. Sileri: "Stiamo vivendo il picco, poi la discesa sarà più rapida"

“Bisognerà iniziare a trattare questo tipo di infezione come si tratta l'epidemia dell'influenza stagionale, seppur si tratta di una infezione più severa dell'influenza” così Sileri ai microfoni di Radio Cusano Campus

Covid. Sileri: "Stiamo vivendo il picco, poi la discesa sarà più rapida"
Tania/Contrasto
Pierpaolo Sileri, sottosegretario ​di Stato del Ministero della ​salute del governo Draghi

Secondo il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri, in questo momento “stiamo vivendo il picco, e poi arriverà la discesa, che probabilmente sarà ancora più rapida. Moltissime persone sono diventate positive, moltissime sono vaccinate con 3 dosi, alcune con la quarta, e quindi l'ondata finirà ancora prima. I numeri dei ricoveri, sebbene risaliti, non saranno mai quelli che abbiamo visto in passato. Ci dobbiamo preparare per ottobre con il vaccino aggiornato". Così Pierpaolo Sileri, ai microfoni di Radio Cusano Campus. 

"I protocolli verranno forniti, ma tutto dipenderà dalla circolazione del virus, dalle vaccinazioni. Ma quello che vivremo da ottobre non potrà essere sovrapponibile a quello che abbiamo vissuto nei mesi di ottobre del 2020 e del 2021. I protocolli ci saranno, ma saranno molto più leggeri. In futuro non servirà ciò che è stato fatto in passato. Bisognerà iniziare a trattare questo tipo di infezione come si tratta l'epidemia dell'influenza stagionale, seppur si tratta di una infezione più severa dell'influenza. Nel futuro prossimo bisognerà iniziare a gestirla come si gestiscono le infezioni virali più severe. L'anno 2022 sarà di transizione”. Rispetto ai possibili protocolli di prevenzione, anche nelle scuole: “Grandi restrizioni come in passato non ne vedo". 

"Sicuramente il numero dei positivi è largamente superiore rispetto a quelli certificati. Si potrà togliere l'isolamento per i positivi asintomatici, ma non si può fare oggi con la situazione attuale. Non è il tempo per poter rendere una persona positiva libera dall'isolamento. Questo discorso a 3-4 mesi da oggi, con una variante che risponde bene ai vaccini attuali, con gli ospedali che hanno pochissime persone ricoverate, sono arrivati anche i vaccini aggiornati, beh allora sì, con queste carte in tavola, si può pensare anche a togliere l'isolamento per i positivi asintomatici. Questa decisione di liberare dall'isolamento i pazienti asintomatici e anche sintomatici non si può fare oggi, potrà essere fattibile appena le carte su varianti e vaccini aggiornati verranno svelati". 

"Fare oggi la quarta dose ha un impatto limitato sull'ondata che stiamo vivendo. È chiaro che protegge di più, però sulla curva e la prossima discesa non avrà un impatto così forte perché come dicevo al picco ci siamo arrivati. Avrà però certamente un'utilità sulle prossime ondate. È chiaro che rincorrere un over 60 sotto l'ombrellone oggi ha poco senso, ma fargli capire che fare la quarta dose al ritorno dalle vacanze ha molto senso".

 

Guarda lo speciale: “Covid: i 30 mesi che hanno tolto il fiato al mondo”