Mondiali di atletica in Oregon

Doppietta per Garcia Leon: dopo la 20 km di marcia vince anche la 35 km

Garcia Leon diventa la prima donna di sempre a centrare il bis: l’unico a riuscirci era stato il polacco Korzeniowski, campione nella 20 km e nella 50 km alle Olimpiadi di Sydney 2000

Doppietta per Garcia Leon: dopo la 20 km di marcia vince anche la 35 km
ANSA
Kimberly Garcia Leon all'arrivo della 35 km di marcia

Due medaglie d’oro ai Mondiali di atletica in corso a Eugene in sette giorni. La peruviana Kimberly Garcia Leon, dopo aver vinto la 20 chilometri di marcia femminile ha tagliato per prima il traguardo anche nella 35 chilometri di marcia in 2h39’16”.

SI ripropone non solo la vincitrice, ma anche lo stesso podio della 20 chilometri: battuta ancora una volta la polacca Katarzyna Zdzieblo, medaglia d’argento in 2h40’03” e bronzo alla cinese Qieyang Shijie, in 2h40’37”.

Nel debutto di questa distanza nei Campionati mondiali di atletica, Garcia Leon diventa la prima donna di sempre a centrare la doppietta: l’unico a riuscirci era stato il polacco Korzeniowski, campione nella 20 km e nella 50 km alle Olimpiadi di Sydney 2000. 

Sin dai primi minuti di gara le tre marciatrici del podio di una settimana fa si sono staccate dal gruppo e hanno cominciato a far ritmo da subito. 

Qieyang non riesce però a restare incollata a Zdzieblo e Garcia Leon, che cambia passo a metà percorso e ai 20 km ha già accumulato una ventina di secondi di vantaggio. 

La polacca ci prova e sogna la rimonta, scendendo a 7” ai 25 km ma la peruviana torna ad alzare il ritmo e diventa imprendibile. 

Garcia Leon ha tutto il tempo per raccogliere la bandiera del Perù prima di tagliare il traguardo, con un distacco di 47” dalla Zdzieblo.

Arriva dopo 34” dall’argento, invece, la Qiyeang, con un podio comunque mai in discussione. 

Ai nastri di partenza non c’era nessuna azzurra: le speranze di medaglia sono rappresentate ora da Massimo Stano, campione olimpico a Tokyo2020 nella 20, protagonista atteso nella 35 km maschile di domenica, assieme ad Andrea Agrusti.