Informativa urgente alla Camera

Emergenza siccità, Patuanelli: "Esaminare il problema in un'ottica di medio e lungo termine"

Il ministro per le Politiche agricole spiega che "lo stato di emergenza potrebbe essere ampliato ad altre regioni che stanno facendo richiesta. Tra queste ci sono il Lazio, l'Umbria, la Liguria e la Toscana"

Emergenza siccità, Patuanelli: "Esaminare il problema in un'ottica di medio e lungo termine"
Rainews24
Putuanelli alla Camera, 13 luglio 2022

"I nostri sistemi produttivi stanno affrontando una serie di criticità ed è necessario il supporto del Governo. La carenza d'acqua sta mettendo a dura prova vaste zone della nostra nazione; è fondamentale esaminare il problema anche in un'ottica di medio e lungo termine. Simili situazioni si erano verificate nel 2003, nel 2007, nel 2012 e nel 2017, e questi fenomeni hanno conseguenze sempre più devastanti. Le proiezioni del prossimo futuro prevedono poi una riduzione della risorsa idrica dal 10 al 40%". E' quanto ha dichiarato nell'Aula di Montecitorio il ministro delle Politiche agricole, Stefano Patuanelli, nel corso di un'informativa urgente sulle iniziative in relazione all'emergenza siccità. 

E' in atto "un lento ma inesorabile logoramento delle risorse idriche di questo Paese" ha sottolineato il ministro. "La riduzione rispetto al trentennio precedente è del 19%, ma le proiezioni di Ispra prevedono una riduzione a livello nazionale della disponibilità di risorse idriche dal 10 al 40% nel prossimo futuro". Patuanelli ha poi precisato che tra la guerra in Ucraina, il caro energia e l'emergenza siccità “il comparto agricolo sta subendo una serie di danni che obbliga il Governo a trovare le risorse di sostegno ed è sotto gli occhi di tutti che la siccità costringe a fare più che a parlare” e ha assicurato: “Stiamo accelerando ogni tipo di iniziativa volto ad ammodernare il sistema” e parlato di indennizzi per le aziende non assicurate.