La guerra del gas

Eni: in calo forniture dalla Gazprom, 27 milioni di metri cubi in meno dalla Russia

Stretta della compagnia russa: -20% di gas all'Italia. Ridotto il flusso anche verso la Germania: "Problemi di manutenzione"

Eni: in calo forniture dalla Gazprom, 27 milioni di metri cubi in meno dalla Russia
Getty
Gasdotto

Un'ulteriore stretta dalla Russia sulla fornitura di Gas all'Italia: Gazprom ha comunicato per la giornata di oggi la consegna di volumi di gas pari a circa 27 milioni di metri cubi, a fronte di consegne giornaliere pari a circa 34 milioni effettuate nei giorni scorsi. Così scrive la società sul suo sito. 
"Eni si riserva di comunicare eventuali aggiornamenti, nel caso in cui vi fossero ulteriori variazioni significative nelle quantità in consegna comunicate da Gazprom".

Si tratta di un calo di circa il 20%, che arriva però dopo il mega aumento annunciato nei giorni scorsi: il 21 luglio, giovedì scorso, la società petrolifera aveva annunciato che erano tornate ad aumentare le forniture del gas dalla Russia verso l'Italia (con una crescita rispetto al giorno precedente del 71,4%): "Gazprom - spiegava Eni - ha comunicato per la giornata di oggi la consegna di volumi di gas pari a circa 36 milioni di metri cubi, a fronte di consegne giornaliere pari a circa 21 milioni di metri cubi effettuate nei giorni scorsi". 
Oggi, la comunicazione del cambio di rotta, e della riduzione dell'erogazione.

Nord Stream Unian
Nord Stream

Anche in Germania la Gascade - il gestore della rete di trasmissione del gas tedesca - aveva confermato una riduzione del 20% delle forniture sul flusso trasmesso dal gasdotto Nord Stream 1. Il calo era stato annunciato già due giorni fa da Gazprom che aveva imputato la causa della sua decisione alla "necessità di fermare un'altra turbina Siemens per problemi di manutenzione".