Clima

I circa 400 sfollati a causa dell'incendio sul Carso possono tornare nelle loro abitazioni

Resta il pre-allarme e l'area è vietata ai non residenti. Nel corso della giornata proseguiranno le bonifiche dei focolai residui da parte dei Vigili del Fuoco, anche per individuare eventuali residuati bellici inesplosi

I circa 400 sfollati a causa dell'incendio sul Carso possono tornare nelle loro abitazioni
ANSA/SATELLOGIC
Immagine satellitare dell'incendio al confine tra Italia/Slovenia

I circa 400 sfollati a causa dell'incendio sul Carso possono tornare nelle loro abitazioni. Sono state ripristinate le condizioni di sicurezza anche se resta il pre-allarme e i cittadini devono restare pronti a eventuali nuove evacuazioni.

"La situazione è in netto miglioramento, ha dichiarato il sindaco di Savogna d'Isonzo (Gorizia) Luca Pisk, i compaesani possono tornare a casa. Le aree interessate dal rogo restano tuttavia vietate ai non residenti". Una misura che vuole in qualche modo scongiurare la presenza di curiosi e di piromani, visto che il secondo rogo scoppiato in ordine di tempo sembra essere doloso. Nel corso della giornata proseguiranno le bonifiche dei focolai residui da parte dei Vigili del Fuoco, anche per individuare eventuali residuati bellici inesplosi: negli undici giorni di rogo si sono udite decine di detonazioni causate proprio da questo tipo di bombe.