I grandi violinisti si danno appuntamento a ‘Pietrasanta in Concerto’

Dal 22 al 31 luglio 2022 dieci concerti nella “Salisburgo della Versilia”. Protagonisti da Salvatore Accardo a Maxim Vengerov, da Renaud Capuçon a Michael Guttman, ma anche la violoncellista cinese Jing Zhao e il flautista Andrea Griminelli

I grandi violinisti si danno appuntamento a ‘Pietrasanta in Concerto’
Ufficio stampa Pietrasanta in Concerto

È un crocevia del mondo la 16ma edizione di Pietrasanta in Concerto, con più di trenta solisti, provenienti da Gerusalemme, dalla città di Odessa in Ucraina, dalla Svizzera, da Milano, da Bruxelles, dalla grande Cina, dall'Argentina, da Parigi, da Firenze. La fa da padrone il violino, che porta in Versilia alcuni dei maggiori interpreti a livello mondiale per dieci serate imperdibili di grande musica.

Pietrasanta in Concerto si inaugurerà venerdì 22 luglio e fino a domenica 31 proporrà dieci grandi serate di musica che come di consueto si svolgeranno principalmente nel Chiostro di Sant'Agostino, tra le sue monumentali colonne marmoree, mentre la Piazza Duomo cuore della città sarà palcoscenico del tradizionale concerto gratuito dedicato al Tango in programma il 26 luglio.

Per il sindaco di Pietrasanta Alberto Stefano Giovannetti la rassegna è “un punto fermo nel ricco cartellone estivo della nostra città”. Per il fondatore e diretto artistico Michael Guttman il festival è ormai “un centro internazionale di scambi culturali”.

I concerti
Tra le leggende del violino a Pietrasanta in Concerto spicca Renaud Capucon, ospite per la prima volta al Festival per il concerto inaugurale il 22 luglio. Il violinista francese suonerà insieme a Oleg Kaskiv e ai Solisti della Menhuin Accademy. Il grande Maxim Vengerov torna per la seconda volta a Pietrasanta, il 23 luglio, per cimentarsi con le partiture di Brahms insieme al talentuoso pianista Denis Kozhukin e all'ipnotica violoncellista cinese Jing Zhao, allo stesso Michael Guttman e alla viola di Lise Berthaud.

Tra i violinisti farà il suo ritorno Salvatore Accardo atteso insieme a Laura Gorna il 24 luglio. Con loro anche Ermanno Calzolari (contrabbasso), Cecilia Radic (violoncello), Francesco Fiore (viola), Laura Manzini (pianoforte) e l'Orchestra Camera Italiana. Tra i virtuosi dell'archetto della nuova generazione ci saranno Marc Bouchkov e Aleksey Semenenko che nel concerto in programma il 29 luglio porteranno giovinezza, virtuosismi e amicizia esibendosi insieme alla Brussells Chamber Orchestra. Coppia sul palco e anche nella vita, i violinisti Pavel Vernikov, ucraino di Odessa, e Svetlana Makarova, moscovita, si esibiranno il 30 luglio e con loro ci sarà anche il grande pianista ucraino Alexey Botvinov, presidente e direttore artistico del prestigioso “Odessa Classic”, accompagnati anche dalla Brusselles Chamber Orchestra.

Il festival proporrà anche un concerto che porterà a Pietrasanta il profumo dell'istituzione musicale italiana per eccellenza, La Scala: il 25 luglio infatti insieme ai violoncelli di Jorge Bosso e di Jing Zhao, al violino di Michael Guttman e al clarinetto di Fabrizio Meloni saranno protagonisti i Percussionisti dell’orchestra milanese in un concerto eclettico che proporrà musiche di Bach, Liszt, Shostakovich e Frank Zappa, oltre a composizioni dello stesso Jorge Bosso. Il 26 sarà la volta del sempre amato concerto che il festival propone gratuitamente ogni anno sulla Piazza Duomo, dedicato al tango con i capolavori di Piazzolla interpretati da Michel Guttman al violino, Ariel Eberstein (contrabbasso) Jing Zhao (violoncello), Lysandre Donoso (bandoneon), Ivo De Greef (pianoforte), con la partecipazione di alcuni ballerini di tango direttamente dall'Argentina.

Pietrasanta in Concerto farà anche un'incursione nell'opera italiana, spostandosi per una sera al Teatro dell'Olivo di Camaiore: qui il 27 luglio si ascolteranno le voci di Laura Barras (soprano) e Richard Heim (baritono) accompagnati al pianoforte da Irene Puccia in un percorso musicale che spazierà tra le più belle arie tratte dal Flauto Magico, dal Don Giovanni, dal Barbiere di Siviglia e da I Puritani. Il 28 luglio sarà protagonista per la prima volta il Festival Internazionale di Gerusalemme con il pianista Victor Stanislavsky, che si esibirà insieme ad Asi Mathathias (violino), Jing Zhao (violoncello), Tomoko Akasaka (viola) ed Enrico Fagone (contrabbasso) in un programma di musiche di Schubert. Il gran finale della rassegna sarà affidato per il terzo anno consecutivo al flautista numero uno al mondo, Andrea Griminelli, in una serata tutta dedicata a Mozart nella quale sarà accompagnato da Eleonora De Poi al violino e dai Cameristi del Maggio Musicale Fiorentino.