Tredici chilometri di circuito cittadino a Copenaghen

Il belga Lampaert veste la prima maglia gialla del Tour de France 2022. Quarto Filippo Ganna

Domani si partirà da Roskilde e si arriverà, dopo 202.2 chilometri, a Nyborg.

Il belga Lampaert veste la prima maglia gialla del Tour de France 2022. Quarto Filippo Ganna
@Ap
Yves Lampaert maglia gialla Tour de France 2022

Yves Lampaert vince la cronometro di Copenaghen.Grande spettacolo nella crono che ha aperto la Grande Boucle 2022

Il 31enne belga, prima maglia gialla del Tour numero 109, ha preceduto il connazionale Wout Van Aert, staccato di 5 secondi. Fenomenale è stato però anche Tadej Pogacar, campione in carica che ha chiuso al terzo posto con soli 7" di ritardo. Il fuoriclasse sloveno della UAE si è lasciato alle spalle anche lo specialista italiano Filippo Ganna, quarto a +10", complice anche una foratura. A seguire Van der Poel (+13"), Pedersen (+15"), Vingegaard (+15") e Roglic (+16"). Chiudono la top 10 Mollema e Teuns.Il migliore dei rossocrociati è stato Stefan Küng, 14esimo a +23" dal vincitore.

'La mia testa esplode, sono venuto con l'aspettativa di entrare nei primi dieci, ma poi trovarmi con i migliori al mondo a cronometro, e davanti a loro, una maglia gialla per il Belgio, è davvero inaspettato. Sono venuto in buona condizione ma vincere la mia prima tappa al Tour de France non potevo nemmeno sognarlo. Era ancora molto bagnata la strada, c'erano pozzanghere anche piuttosto grandi, mi dicevo Yves vai forte, cerca di guadagnare qualche secondo nelle curve. Sono arrivato 5 secondi davanti a Van Aert, penso che lo realizzerò quando il Tour sarà finito. Quando vedrò la maglia gialla sulle mie spalle sarò orgoglioso'. Lo ha detto il belga Yves Lampaert.

“La foratura non è una scusa, non credo di aver perso per quello, è andata così. Il mal di gambe era tanto, era più magari il cercare di limitare i danni, con la pioggia non mi sentivo a mio agio nelle curve, sui rettilinei andavo bene. All'inizio doveva essere asciutto poi bagnato, ora ha anche smesso di piovere, ma non possiamo recriminare, siamo arrivati al meglio e c'è stato chi è più forte". Lo ha detto ai microfoni Rai Filippo Ganna, campione del mondo a cronometro e oggi favoritissimo nella crono di apertura.

Il centro di Copenaghen ha fatto da sfondo a questa cronometro di 13,2 chilometri che ha inaugurato il Tour 2022. I corridori sono partiti da Nørre Voldgade, strada larga e senza insidie, per poi attraversare più volte i laghi che circondano il centro della città da Nord. Poi il Kastellet, nota fortezza seicentesca a forma di stella, per giungere nella zona del porto e quindi verso i Giardini di Tivoli, parco divertimenti di fronte al quale è stato previsto l’arrivo.  

Domani si partirà da Roskilde e si arriverà, dopo 202.2 chilometri, a Nyborg. La frazione di domani concederà subito una grande opportunità alle ruote veloci.