La decisione

Il Tar boccia il metodo Panzironi: "Provoca sfiducia nella medicina tradizionale"

L’inventore del regime alimentare "Life 120" è sotto processo per esercizio abusivo della professione

Il Tar boccia il metodo Panzironi: "Provoca sfiducia nella medicina tradizionale"
Ansa
Adriano Panzironi

La programmazione sul canale “Life 120” gestito da Adriano Panzironi attraverso le testimonianze e le televendite dei prodotti, “ingenera sfiducia nella medicina tradizionale e collega in modo pericoloso l’adozione di uno stile di vita alla cura di malattie gravi come il tumore”. Sono le motivazioni con cui il Tar del Lazio boccia il “metodo Panzironi”, che promette 120 anni di vita a chi acquista i suoi integratori. 

Il giornalista, già sotto processo per esercizio abusivo della professione di medico per la commercializzazione dei suoi prodotti, aveva deciso di impugnare la multa di 264 mila euro inflitta dall’Autorità garante per le comunicazioni (Agcom) ai programmi tv di Adriano Panzironi e Life 120. I giudici non solo confermano la multa ma insieme bocciano il sistema ideato da Panzironi per commerciare i suoi prodotti. 

Il Tar sottolinea inoltre che “gli approfondimenti e le testimonianze trasmesse dal canale televisiovo sono idonee a ingenerare sfiducia nella medicina tradizionale. E’ pericoloso, in termini di salute pubblica, collegare all’adozione di uno e stile di uno stile di vita la cura o la regressione di malattie gravi come i tumori o patologie genetiche”.