Milioni di clic su Telegram

Il video della propaganda russa decanta le bellezze del Paese e ammonisce: "L'inverno è alle porte"

Oltre tre milioni di visualizzazioni dello "storytelling" che in meno di un minuto invita a trasferirsi in Russia, dove "l'economia può reggere a mille sanzioni"

Il video della propaganda russa decanta le bellezze del Paese e ammonisce: "L'inverno è alle porte"
screenshot Twitter/@fatimatlis
video Russia

Il video dura meno di un minuto. La voce narrante, in un inglese dal forte accento russo, recita: “Questa è la Russia: deliziosa cucina, belle donne, gas poco costoso. Ricca di storia, letteratura di fama mondiale, architettura unica. Suolo fertile, acqua ed elettricità a basso costo. Danza classica. Taxi e delivery economici. Valori tradizionali, cristianità, nessuna “cancel culture”. Ospitalità, vodka. Economia che può resistere a migliaia di sanzioni. E’ tempo di andare in Russia! Non aspettare… l’inverno è in arrivo

Oltre tre milioni di visualizzazioni in 24 ore per il video diffuso su Telegram e riproposto su Twitter da diversi giornalisti “con la spunta blu”, tra cui Fatima Tlis, che da Washington scrive per Polygraphinfo, sito di “debunking”  e fact checking di Voice of America.  Commenta la giornalista: 

I canali Telegram controllati dallo stato (russo, ndr) non smetteranno di vantarsi di questo video. Non sono sicura chi sia il creatore. Ma wow, guardatelo. Se i russi non lo promuovessero, penserei che fosse una satira. Perché pensano che potrebbe attirare gli stranieri a trasferirsi in Russia? "L'inverno sta arrivando."

La cosa più inquietante, prosegue Fatima Tlis - oltre alle adolescenti presentate come donne - "è che ogni singolo passaggio rientra nella propaganda russa: dalla ‘Repubblica sovietica ucraina’, alla citazione di Putin sulla ‘no cancel culture’ nonché l'economia in grado di ‘resistere a 1.000 sanzioni’ fino a rivendicare uno scrittore e un cantante ucraini come russi.