Ondate di calore e roghi nel Paese

La Francia fronteggia i giorni della "apocalisse di caldo": termometro oltre i 42 gradi, è record

Violenti incendi, oltre 3.500 persone evacuate. La Francia occidentale sta affrontando una emergenza senza precedenti: nel sud-ovest del Paese si registrano temperature mai viste prima

La Francia fronteggia i giorni della "apocalisse di caldo": termometro oltre i 42 gradi, è record
Ap
Caldo record in Francia, Parigi

L'ovest della Francia e l'Inghilterra del centro e del sud, Londra compresa, da oggi vengono progressivamente investite da un'ondata di caldo rovente che porterà le temperature oltre i 40 gradi, cosa che per il Regno Unito costituisce un record assoluto.

La Francia occidentale, in particolare, sta affrontando quella che gli esperti definiscono una "apocalisse di caldo": da Brest a Biscarrosse, passando per Nantes, oggi si sono raggiunte temperature "record", ha annunciato Météo-France.

Le massime sono ovunque sopra i 30° e si registrano tra i 38° e i 40° in gran parte del Paese. Il Météo France Institute prevede che "in alcune zone del sud-ovest si potrebbero raggiungere i 44°".

Diversi record storici di temperatura sono stati battuti oggi in Francia: secondo i valori provvisori registrati alle 17, il termometro indicava 39,3°C a Brest (rispetto al precedente record di 35,1°C nell'agosto del 2003), 39,5°C a Saint-Brieuc (rispetto ai 38,1°C di agosto 2003), 42°C a Nantes (rispetto ai 40,3°C del luglio 1949) o 42,6°C a Biscarrosse (rispetto ai 41,7°C del giugno 2022).

E, nel frattempo, oltre 3.500 persone sono state evacuate a causa degli incendi che bruciano nella regione di Gironde, nel sudovest della Francia. Per domare le fiamme, alte decine di metri, sono intervenuti 1.500 vigili del fuoco e nove canadair. In totale sono 19.700 le persone già messe al sicuro dalle autorità.