In provincia di Napoli

Marigliano, a 89 anni uccide la figlia malata di Alzheimer e si spara: muore in ospedale

La tragedia in mattinata. La donna, 56 anni, viveva con il padre. Per il gesto, usata una pistola calibro 6.35, regolarmente detenuta dall'anziano

Marigliano, a 89 anni uccide la figlia malata di Alzheimer e si spara: muore in ospedale
Ipa

Tragedia familiare a Marigliano, in provincia di Napoli, dove un uomo di 89 anni ha ucciso la figlia 56enne, malata da tempo di Alzheimer, e poi ha puntato la pistola contro se stesso. Ricoverato in ospedale in fin di vita non ce l'ha fatta. È deceduto dopo poco.

I Carabinieri della stazione di Marigliano sono intervenuti questa mattina nell'appartamento in via Vittorio Veneto in cui vivevano l'uomo e la donna. All'interno, hanno trovato il corpo senza vita della donna, raggiunta da un colpo di arma da fuoco, e poco distante l'89enne a terra, in fin di vita, con la ferita alla testa. A terra una pistola calibro 6.35, regolarmente detenuta dall'anziano.

L'ipotesi formulata dai Carabinieri è che si sia trattato di un omicidio e tentato suicidio. Indagano i Carabinieri della stazione di Marigliano e della compagnia di Castello di Cisterna.