La tragedia in quota

Marmolada, droni ed elicotteri di nuovo in volo. Recuperati altri resti e attrezzature

Nei prossimi giorni le salme saranno restituite ai familiari con il nulla per le esequie. Sui social, il ricordo di Alessandra che nella tragedia ha perso il fidanzato Tommaso

Marmolada, droni ed elicotteri di nuovo in volo. Recuperati altri resti e attrezzature
Gettyimages
Continuano le ricerche sulla Marmolada dei resti e dell'attrezzatura delle vittime

I soccorritori che sono all'opera a valle della valanga che domenica scorsa ha travolto e ucciso 11 alpinisti sono ancora a lavoro e continuano a recuperare resti e attrezzatura di chi non riuscito a salvarsi dal crollo di ghiaccio e rocce. Il bilancio è definitivo e non si cercano più dispersi, ma le ricerche andranno avanti per recuperare quanto più è possibile. "Sarà una settimana di ricerche tecniche utili alle indagini". Lo dicono le squadre interforze che stamattina, dopo un briefing alla caserma dei vigili del fuoco.

 

Ieri i familiari delle vittime hanno potuto personalmente riconoscere agli operatori del soccorso alpini, dei  vigili del fuoco, delle forze dell'ordine che hanno partecipato alla messa a Canazei in ricordo delle vittime.

"Nei prossimi giorni dovremmo riuscire a restituire le salme ai familiari e concedere dunque nulla osta per le esequie". Lo dice il procuratore capo di Trento, Sandro Raimondi, che da domani inizierà gli incontri con ingegneri idraulici, geologi e glaciologi per il conferimento delle consulenze tecniche. La procura, attraverso le perizie, intende dare una risposta scientifica al distacco del seracco della Marmolada che ha ucciso 11 alpinisti ferendone altri sette.

Alessandra De Camilli con il fidanzato Tommaso Carollo Facebook Alessandra De Camilli
Alessandra De Camilli con il fidanzato Tommaso Carollo

Il ricordo sui social di Alessandra, scampata alla tragedia

"Ora che affiora qualche ricordo e qualche particolare in più, posso ragionevolmente pensare che, se sono viva è, forse, grazie a te. Tutti devono sapere che persona onesta, seria, corretta ed altruista fossi. Con te mi sentivo sempre al sicuro". E' il nuovo messaggio postato su Facebook da Alessandra De Camilli, la vicentina sopravvissuta al disastro della Marmolada, al suo compagno morto nel crollo del ghiacciaio, Tommaso Carollo. De Camilli ha lasciato una testimonianza della vicenda all'emittente Tva Vicenza: "L'ultimo ricordo che ho è lui che mi dice 'via', e questo braccio... Non c'erano rocce per ripararsi, era un punto scoperto, ho quasi l'idea che mi abbia buttato per terra e mi abbia fatto da scudo lui. Abbiamo sentito questo rumore sordo, e poi è stata una cosa di un attimo: abbiamo visto pietre e pezzi di ghiaccio, di neve che rotolavano giù. Quando mi sono svegliata c'erano i soccorritori e a un metro e mezzo da me c'era il caschetto di Tommaso. Ma c'era solo il caschetto, lui non c'era più. Eravamo a mezzo metro l'uno dall'altra. Sinceramente - ha concluso Alessandra-non riesco a capire perché io sono qua e lui no". 

Alessandra De Camilli con Tommaso Carollo Facebook
Alessandra De Camilli con Tommaso Carollo