Si ipotizza un suicidio

Milano, un uomo cade all'interno del Palazzo di giustizia e muore

E' un 49nne che aveva uno studio legale nel Milanese, ma non esercitava più la professione da otto anni

Milano, un uomo cade all'interno del Palazzo di giustizia e muore
Ansa
Precipita dal Palazzo di Giustizia, uomo morto a Milano

Un uomo è morto precipitando dai piani alti, nel cortile interno, del Palazzo di Giustizia di Milano. A dare l'allarme sono stati alcuni dipendenti al lavoro negli uffici giudiziari. 

E' un 49nne che aveva uno studio legale nel Milanese, ma non esercitava più la professione da otto anni. L'uomo era stato sospeso a tempo indeterminato dall'Albo per il mancato pagamento delle quote.

Sul luogo sono subito arrivati il pg di Milano Francesca Nanni, il procuratore Marcello Viola e i procuratori aggiunti Tiziana Siciliano e Eugenio Fusco, insieme alle forze dell'ordine. 

"Si tratta di una persona estranea all'ambiente giudiziario e, al momento, l'ipotesi prevalente è quella del suicidio", aveva subito affermato  il procuratore della Repubblica di Milano, Marcello Viola, parlando coi giornalisti nel cortile del Palazzo di Giustizia dove, intorno alle 12.30, l'uomo era precipitato dai piani alti dell'edificio. "Sembrerebbe - aggiunge il procuratore Viola - dal settimo piano", dove si trova l'ufficio Gip e Gup. 

Palazzo Giustizia di Milano WikiCommons
Palazzo Giustizia di Milano