Sport

Minacce al presidente del Lecce. Teste di maiale davanti casa e ufficio

Saverio Sticchi Damiani è un noto avvocato e presidente dell'U.S Lecce. Il legale ha sporto denuncia e la Digos sta indagando. E’ il secondo atto intimidatorio che interessa la società sportiva

Minacce al presidente del Lecce. Teste di maiale davanti casa e ufficio
@ansa
Saverio Sticchi Damiani presidente del Lecce calcio

Grave intimidazione ai danni del presidente dell'Unione sportiva Lecce, il noto avvocato Saverio Sticchi Damiani. 

Due teste di maiale mozzate e un biglietto con inquietanti minacce sono stati recapitati questa mattina al professionista, in quel momento fuori città, davanti all'abitazione e davanti allo studio legale. Una era appesa all'esterno del portone d'ingresso dello studio legale, a Palazzo Tamborrino e corredata anche da un bigliettino intimidatorio, l'altra è stata trovata con le stesse modalità dinanzi al portone dell'abitazione di Sticchi Damiani, nei pressi della villa Comunale, sempre nel centro storico di Lecce. 

Il legale ha sporto denuncia e la Digos sta indagando e acquisendo i filmati delle telecamere di sicurezza delle due zone. A quanto si è appreso, Sticchi Damiani sarebbe in partenza per il ritiro a Folgaria della sua squadra che si sta preparando ad affrontare il ritorno al campionato di serie A.

 

Un altro inquietante episodio intimidatorio aveva interessato l'Unione sportiva Lecce, lo scorso maggio. In quel caso una lettera dai contenuti intimidatori era stata recapitata a Luciano Barbetta, noto imprenditore del settore tessile, neosocio dell'U.S. Lecce. Gli investigatori sono al lavoro anche per stabilire se tra quell'episodio e l'ultimo nei confronti del presidente Sticchi Damiani vi siano collegamenti.