37° viaggio apostolico

Il Papa è in Canada, in calendario incontri con le popolazioni native

Atterrato a Edmonton, nella provincia dell'Alberta, è stato accolto in aeroporto dal premier Trudeau. Con il motto ''Camminiamo insieme'', il Papa vuole ''contribuire al cammino di guarigione e riconciliazione intrapreso'' con le comunità native

Il Papa è in Canada, in calendario incontri con le popolazioni native
(AP Photo/Eric Gay)
Francesco accolto da una delegazione delle popolazioni native a Edmonton, Alberta, Canada

A Edmonton, capoluogo della provincia occidentale canadese dell'Alberta, è atterrato poco dopo le 11 locali, le 19 in Italia, il volo Ita Airways con cui Papa Francesco ha raggiunto il paese nordamericano. È il 37esimo viaggio apostolico del Pontefice che soffre ancora di un forte dolore al ginocchio destro tale da costringerlo spesso in sedia a rotelle. Alla discesa dal velivolo, Francesco è accolto dalla governatrice generale Mary Simon, dal primo ministro Justin Trudeau e dalle autorità religiose.

In un hangar dello scalo aeroportuale, seduto tra Simon e Trudeau, ha assistito al benvenuto di una delegazione dei popoli nativi canadesi. Al termine Francesco si è alzato dalla poltrona e in piedi, non senza fatica, è andato alla sedia a rotelle con la quale ha raggiunto l'automobile che lo ha portato al seminario di Edmonton, dove si riposerà in vista degli appuntamenti di domani. 

Justin Trudeau e Papa Francesco (AP Photo/Gregorio Borgia)
Justin Trudeau e Papa Francesco

Il primo impegno in calendario è fissato per le 10 di lunedì (le 18 in Italia), quando ci sarà l'incontro nell'area di Maskwacis con le tre popolazioni indigene. Nel pomeriggio poi, alle 16.45, quasi l'una di notte in Italia, presso la chiesa del Sacro Cuore di Edmonton, sarà la comunità parrocchiale, insieme con altre realtà autoctone, ad incontrare il Pontefice. Dopo la tappa a Edmonton, Bergoglio si recherà in Quebec e a Iqaluit, il piccolo capoluogo della vastissima regione settentrionale del Nunavut. Sono nove i discorsi che il Pontefice pronuncerà nei sei giorni di permanenza nel Paese nordamericano.

Il viaggio del Papa in Canada nasce dai cinque incontri che ha avuto questa primavera con le popolazioni indigene canadesi Métis, Inuit, First Nations e Métis Manitoba, e ha lo scopo di ''incontrare e abbracciare'' queste comunità. Con il motto ''Camminiamo insieme'', vuole ''contribuire al cammino di  guarigione e riconciliazione intrapreso'' con le comunità native,  gravemente danneggiate, in passato, dalle politiche di assimilazione culturale alle quali hanno contribuito molti cristiani e membri di  istituti religiosi.

A bordo dell'aereo papale, Francesco ha detto ai giornalisti che si trattava di un “viaggio penitenziale” e ha esortato alla preghiera in particolare per gli anziani e i nonni. Ha anche affermato di voler visitare l'Ucraina: “Ho una grande voglia di andare a Kiev”.