49 i voti contrari e 1 astenuto

Passa la fiducia al governo sul Decreto aiuti: alla Camera via libera con 410 sì

L'Assemblea di Montecitorio passa ora all'esame degli ordini del giorno al testo: questa fase andrà avanti fino a tarda notte

Passa la fiducia al governo sul Decreto aiuti: alla Camera via libera con 410 sì
ANSA
Fiducia al governo: 410 SI

L'Aula della Camera ha approvato la questione di fiducia posta dal Governo sull'approvazione del Dl aiuti con 410 voti favorevoli e 49 contrari (un astenuto). Sì alla fiducia anche da M5S, all'indomani del colloquio a Palazzo Chigi tra il leader M5S, Giuseppe Conte, e il presidente del Consiglio, Mario Draghi, nel corso del quale sono state poste condizioni politiche ribadite anche in sede di dichiarazione di voto, a Montecitorio.

Il voto finale sul provvedimento con le ulteriori misure dettate dalla crisi ucraina, stimate complessivamente in circa 26 miliardi, è programmato per lunedì prossimo alle 14. Il decreto legge passerà quindi all'esame del Senato (scade il 16 luglio). 

Il decreto legge dispone interventi in materia di energia (nel testo è confluito l'ultimo "decreto Bollette"), produttività delle imprese, attrazione degli investimenti e sostegni sociali.

Sono 28 i deputati del Movimento 5 stelle che non hanno votato la fiducia al Dl aiuti alla Camera perchè figurano assenti o in missione nella seduta di oggi pomeriggio. I 5 stelle, in percentuale, hanno garantito la presenza del 73% del loro  gruppo. Poco meno della Lega, presente con il 74% di deputati con 25  non partecipanti al voto e 9 in missione. Il gruppo più presente è  risultato quello del Pd con l'83% di deputati partecipanti al voto.