Accusato di violenza sessuale

Presunte violenze. Paul Haggis torna in libertà

La richiesta di revoca della misura restrittiva, depositata il 30 giugno scorso dalla difesa di Haggis, è stata accolta dal gip del Tribunale di Brindisi. Il legale: "E' innocente"

Presunte violenze. Paul Haggis torna in libertà
@ansa
Paul Haggis arriva al tribunale di Brindisi

Dopo avere trascorso 16 giorni agli arresti domiciliari, con l'accusa di violenza sessuale e lesioni aggravate ai danni di una 28enne britannica, il regista e sceneggiatore premio Oscar Paul Haggis torna in libertà. La richiesta di revoca della misura restrittiva, depositata il 30 giugno scorso dall'avvocato barese Michele Laforgia, difensore di Haggis, è stata accolta dal gip del Tribunale di Brindisi. 

Lo stesso giorno si era svolto l'incidente probatorio, durato oltre otto ore, in cui la presunta vittima della violenza, ha confermato tutte le accuse a carico dell'indagato

L'incidente probatorio è servito a cristallizzare fatti e circostanze rilevanti per le indagini. I fatti contestati ad Haggis, secondo l'accusa, sarebbero avvenuti in un b&b di Ostuni, nel Brindisino, dove il regista e la ragazza si sarebbero incontrati. Secondo indiscrezioni, la giovane inglese avrebbe incontrato Haggis sperando in una opportunità di lavoro.  

Il racconto della 28enne inglese, presunta vittima di violenza sessuale da parte del premio Oscar Paul Haggis, fatto nel lungo incidente probatorio del 29 giugno scorso, "non solo ha confermato l'assenza di contegni violenti costrittivi da parte dell'indagato al fine di consumare gli atti sessuali, ma ha rivelato una complessa vicenda che sfuma l'originario giudizio espresso nella ordinanza" che aveva disposto gli arresti domiciliari per il regista, e cioè la "incapacità di Haggis di resistere ai propri istinti sessuali", si legge nel provvedimento di revoca della misura cautelare. 

Siamo certi che in tempi altrettanto brevi sarà definitivamente acclarato che Haggis non ha commesso alcun reato ed è completamente innocente rispetto alle gravi accuse mosse nei suoi confronti, come abbiamo sempre detto

Il legale di Haggis

"Siamo certi che in tempi altrettanto brevi sarà definitivamente acclarato che Haggis non ha commesso alcun reato ed è completamente innocente rispetto alle gravi accuse mosse nei suoi confronti, come abbiamo sempre detto".  

"Il provvedimento di revoca del giudice per le indagini preliminari - spiega il legale - dà atto non solo dell'assenza di qualsiasi esigenza cautelare, ma ha confermato "l"assenza di contegni violenti o costrittivì da parte di Paul Haggis. E' un risultato importante, spiega il legale, che conferma la versione offerta sin dal primo momento da Haggis sulla spontaneità e volontarietà del rapporto intrattenuto con la denunciante e dimostra come il nostro sistema processuale sia in grado, in tempi brevi, di rimediare agli errori e restituire la libertà a chi ne ha diritto".