Mercati

Piazza Affari positiva grazie alle trimestrali

Buona reazione al rialzo dei tassi della Fed

Piazza Affari positiva grazie alle trimestrali
Pixabay
La situazione dei mercati

Sotto i riflettori degli investitori le decisioni di ieri sera della Fed, la banca centrale statunitense, di continuare il rialzo dei tassi, per contrastare un'inflazione arrivata al 9% negli Stati Uniti. Il rialzo è stato dello 0,75%, o 75 punti base, pari a quello deciso a giugno. Sono i rialzi maggiori dal 1994.

La reazione dei mercati è stata positiva. Sono stati accolti positivamente due punti del discorso del governatore Jerome Powell: la sua convinzione che l'economia statunitense non sia già in recessione, ma che stia solo rallentando; e la scelta di non sbilanciarsi sulle mosse di settembre, quando le decisioni saranno guidate dai dati che usciranno nel frattempo.

Ieri +4,06% per l'indice Nasdaq dei titoli tecnologici, dove hanno brillato Microsoft e Alphabet, la casa madre di Google, dopo i risultati migliori delle attese. Hanno invece deluso i conti di Meta-Facebook, che nelle contrattazioni a mercati chiusi scende del 3,46%.

In Europa Piazza Affari continua il rialzo: +1,03% per il Ftse Mib di Milano, dopo il +1,52%, di ieri, in entrambi i casi migliore risultato nel Vecchio Continente. A spingere il listino le trimestrali: ieri hanno brillato quelle di Unicredit, Snam e Saipem. 

Oggi sono stati premiati i conti di Moncler (+5,33%), diffusi ieri sera, Stellantis (+4,02%), StMicroelectronics (+2,51%), Iveco Group (+1,98%) e Poste Italiane (+0,89%). 

In avvio gas in lieve calo dopo la serie di strappi al rialzo dei giorni scorsi. Poco dopo le 9 è scambiato a 197,9 euro al megawattora, -3,5% rispetto alla chiusura di ieri.

Stabile lo spread Btp/Bund, a quota 248 punti base, con il rendimento del Btp italiano decennale al 3,48%, +6 punti base.