Forti rincari sui prezzi alimentari

Prezzi, stangata a tavola: 9 miliardi per le famiglie. "Aumento scatenato dalla guerra"

L'elaborazione dei dati Istat: il balzo su tutti i prodotti, in testa le verdure (1,97 Mld in più su base annua). "Aumento scatenato dalla guerra in Ucraina"

Prezzi, stangata a tavola: 9 miliardi per le famiglie. "Aumento scatenato dalla guerra"
Getty
Banco di frutta e verdura

Boom sui prezzi con una stangata sulle tavole degli italiani. A guidare la classifica dei rincari la verdura, che precede pane, pasta e riso, ed a seguire tutti i prodotti alimentari.
E l'analisi di Coldiretti, basata sui dati Istat sui consumi del paese, e dell'andamento dell'inflazione nei primi sei mesi dell'anno.

Secondo l'associazione, a pesare come un macigno l'aumento dei prezzi scatenato dalla guerra in Ucraina, che costerà nel 2022 alle famiglie italiane quasi 9 miliardi soltanto per la spesa alimentare, questo - così coldiretti - "a causa dell'effetto dell'inflazione che colpisce soprattutto le categorie più deboli". L'analisi diffusa in occasione dell'Assemblea nazionale a Palazzo Rospigliosi, a Roma. La verdura quest'anno costerà complessivamente 1,97 miliardi in più - sottolinea l'associazione nel suo rapporto - pane, pasta e riso invece, avranno un aggravio di 1,65 miliardi. Per carne e salumi si stima una spesa superiore di 1,54 miliardi rispetto al 2021. 

Mercato - immagine d'archivio Ansa
Mercato - immagine d'archivio

Gli aumenti su tutti i generi di consumo alimentare
Al quarto posto la frutta con 0,92 miliardi, che precede latte, formaggi e uova (0,78 miliardi), pesce (0,77 miliardi) ed olio, burro e grassi (0,59 miliardi).
Seguono con esborsi aggiuntivi più ridotti, le categorie "acque minerali, bevande analcoliche e succhi", "zucchero, confetture, miele, cioccolato e dolci", "caffè, tè e cacao" e "sale, condimenti e alimenti per bambini". Una situazione che aumenta l'inflazione "e con essa l'area dell'indigenza alimentare la cui punta dell'iceberg in Italia sono 2,6 milioni di persone costrette addirittura a chiedere aiuto per mangiare", dice Coldiretti. 
 

Ucraina, un campo di grano in fiamme Twitter
Ucraina, un campo di grano in fiamme

I motivi dei rincari secondo l'associazione dei coltivatori
A spingere i rincari e l'aumento della dipendenza alimentare dall'estero: il fatto che "nel 2022 le importazioni di prodotti agroalimentari dell'estero, dal grano per il pane al mais per l'alimentazione degli animali, sono cresciute in valore di quasi un terzo (+29%), aprendo così la strada anche al rischio di un pericoloso abbassamento degli standard di qualità e di sicurezza alimentare".