Spazio

L'attesa è quasi finita: Domani il telescopio Webb ci svelerà immagini mai viste dell'universo

Le capacità a infrarossi di Webb sono ciò che lo rende straordinariamente potente, consentendogli di penetrare attraverso le nubi di polvere cosmica e di rilevare la luce delle prime stelle

L'attesa è quasi finita: Domani il telescopio Webb ci svelerà immagini mai viste dell'universo
(WikipediaCommons/NASA)
Telescopio spaziale James Webb

Il telescopio spaziale James Webb, il più potente mai inviato in orbita, domani (martedì 12 luglio), svelerà nuove immagini dell'Universo con una chiarezza mai vista prima. 

Galassie lontane, nebulose luminose e un gigantesco pianeta gassoso lontano sono tra i primi  obiettivi del telescopio, ha affermato l'agenzia spaziale statunitense Nasa. Ma le immagini stesse sono state gelosamente custodite per creare suspense prima della grande rivelazione. 

Il capo della Nasa, Bill Nelson, ha promesso "l'immagine più profonda del nostro Universo che sia mai stata scattata". Le capacità a infrarossi di Webb sono ciò che lo rende straordinariamente potente, consentendogli di penetrare attraverso le nubi di polvere cosmica e di rilevare la luce delle prime stelle, che è stata allungata nelle lunghezze d'onda dell'infrarosso con l'espansione dell'Universo. 

Ciò gli consente di scrutare più indietro nel tempo rispetto a qualsiasi telescopio precedente, fino al periodo subito dopo il Big Bang, 13,8 miliardi di anni fa. "Mi ha completamente sbalordito" ha detto Dan Coe, astronomo STSI ed esperto dell'Universo primordiale.