Tennis

Wimbledon: Kyrgios e Tsitsipas multati per la lite in campo

Kyrgios dovrà pagare 3.800 euro per aver pronunciato un'oscenità udibile dal pubblico mentre al suo rivale greco è stata inflitta una multa pari a 9.500 euro per condotta antisportiva, tra cui aver tirato una pallina contro il pubblico

Wimbledon: Kyrgios e Tsitsipas multati per la lite in campo
Getty/Ipa
Una combo tra Stefanos Tsitsipas e Nick Kyrgios

Nick Kyrgios e Stefanos Tsitsipas sono stati entrambi multati per le intemperanze durante la sfida negli ottavi di Wimbledon vinta dal tennista australiano. Kyrgios dovrà pagare 3.800 euro per aver pronunciato un'oscenità udibile dal pubblico mentre al suo rivale greco è stata inflitta una multa pari a 9.500 euro per condotta antisportiva, tra cui aver tirato una pallina contro il pubblico. I due giocatori si erano 'beccati' anche nella conferenza stampa dopo la partita, accusandosi reciprocamente di scorrettezza e di aver tenuto atteggiamenti provocatori. Kyrgios era già stato multato per la partita precedente contro Paul Jubb. “Il suo gioco è un incessante atto di bullismo nei confronti dell'avversario. Probabilmente era un bullo anche a scuola. Non mi piacciono i bulli - ha commentato Tsitsipas -, giocare contro di lui a tennis è impossibile perché ti ritrovi in un circo".

Tsitsipas il giorno dopo la sconfitta ha postato su Instagram un messaggio polemico diretto all'avversario. "Give a man a mask and he will become his true self" si legge, proprio la frase del nuovo tatuaggio di Kyrgios: "Date a un uomo una maschera e diventerà se stesso". Una sorta di messaggio che mette in dubbio persona e personaggio dell'australiano. Non si è fatta attendere la risposta dell'australiano Kyrgios: "Tsitsipas ha seri problemi. Nello spogliatoio sono rispettato e ho tanti buoni amici, lui invece non piace a nessuno. Accusarmi in conferenza di averlo bullizzato è da persona che non ha la stoffa, è un debole. Lui mi tirava le palle addosso, lui ha tirato la palla in tribuna. Io battibeccavo con l'arbitro, contro di lui non ho fatto nulla di irrispettoso. Visti i precedenti farebbe meglio a pensare a come battermi".