Le "parlamentarie" online

5 Stelle, da Cafiero de Raho ad Appendino, da Scarpinato a Patuanelli: i nomi "blindati" del listino

Consultazione in rete per gli iscritti del Movimento. Ma tra gli aspiranti deputati e senatori compaiono anche molti famigliari di esponenti 5 Stelle che non si sono potuti ricandidare per il divieto del doppio mandato

5 Stelle, da Cafiero de Raho ad Appendino, da Scarpinato a Patuanelli: i nomi "blindati" del listino
rainews
Da sinistra: Federico Cafiero De Raho, Roberto Scarpinato, Chiara Appendino e Stefano Patuanelli

La carica degli "ex": l’ex procuratore nazionale antimafia Federico Cafiero De Raho, l’ex pm e componente del pool antimafia di Palermo Roberto Scarpinato, l’ex sindaca di Torino Chiara Appendino e l’ex ministro Stefano Patuanelli. Sono alcuni dei nomi che figurano nel “listino” del Movimento 5 Stelle in vista del voto online di oggi delle “parlamentarie”. L'elenco raccoglie quei “15 nominativi che, in ragione dell’esperienza maturata e dei ruoli che hanno ricoperto o ricoprono, assicureranno quella continuità di azione e di esperienza necessaria per affrontare la nuova legislatura. La proposta sarà sottoposta alla consultazione in rete degli iscritti, che potranno esprimere un parere favorevole o contrario, affinché possano essere inseriti, con criterio di priorità, nelle liste di candidati in uno o più collegi plurinominali”, si legge sul sito del Movimento. Nell’elenco figurano anche gli attuali vicepresidenti del M5S: Michele Gubitosa, Riccardo Ricciardi, Alessandra Todde e Mario Turco.

Ma scorrendo la lista degli aspiranti deputati e senatori grillini, saltano all’occhio una serie di “parenti d'arte” di esponenti politici che hanno ricoperto anche ruoli importanti nel Movimento e nelle istituzioni ma che in alcuni casi non hanno potuto ripresentarsi a causa della regola del doppio mandato.

Candidato alla Camera nel collegio Lombardia 1 troviamo Davide Buffagni, 32 anni, fratello di Stefano, deputato ed ex viceministro allo Sviluppo economico. Nella scheda che accompagna la sua candidatura sul portale M5S, Buffagni - diploma di perito informatico - si presenta come “imprenditore” e “restaurant manager”. La sua dichiarazione di intenti è preceduta da una citazione del compianto Piero Angela: “Penso di aver fatto la mia parte. Cercate di fare anche voi la vostra per questo nostro difficile Paese”.

Nel collegio Lombardia 3 si candida invece Samuel Sorial, fratello dell'ex deputato Giorgio. “Ho trent'anni, sono dottore in giurisprudenza e attualmente collaboro con uno studio legale della mia città, Brescia, occupandomi principalmente di diritto civile, commerciale e internazionale”, scrive l'aspirante onorevole nella sua biografia.

Ergys Haxhiu, programmatore e compagno della ministra delle Politiche giovanili Fabiana Dadone, si presenta invece nel collegio Piemonte 2: “Ho oltre 21 anni di contributi versati nei mestieri più disparati, non mi sono mai fermato”, dice di sé l'attivista, laureato alla Sapienza con master in creazione e gestione di startup innovative: “Mi candido perché credo ci sia bisogno di persone determinate, di metodo e perché sono stanco dei voltagabbana”. Ma la “famiglia” delle parlamentarie non finisce qui.

Arriva da Velletri Paolo Trenta, fratello di Elisabetta, ex ministro della Difesa nel primo governo Conte: il consigliere comunale aspira al Senato. In Calabria invece spunta la coppia di sposi-candidati: si tratta di Giuseppe Varano e Tiziana Costa. Lui, esperto in materia di trasparenza bancaria, corre per Palazzo Madama; lei, commercialista e consulente finanziario, non disdegnerebbe uno scranno a Montecitorio.