Elaborazione dati

Bce, parte lo scudo antispread. Quasi 10 miliardi di euro per i titoli italiani

Il nostro Paese risulta essere il maggiore beneficiario. Ai titoli spagnoli 5,9 miliardi di euro. Per la Germania sono invece 14,3 miliardi in titoli acquistati in meno: lo spiega Bloomberg

Bce, parte lo scudo antispread. Quasi 10 miliardi di euro per i titoli italiani
Rai News
Logo dell'Euro

 La Banca Centrale Europea entra in campo con lo scudo antispread e l’Italia risulta essere il Paese che ne beneficerà maggiormente.

A fine luglio gli acquisti di titoli nostrani da parte della Bce ammontano a 9,8 miliardi di euro; quasi il doppio rispetto a quelli spagnoli, pari a 5,9 miliardi. I titoli greci sono pari a poco più di un miliardo, mentre quelli portoghesi a 0,5 miliardi di euro.

La Banca centrale europea segue così lo schema studiato dall'Eurotower e che ha suddiviso i Paesi dell'area euro in tre categorie: donatori, beneficiari e neutrali. Tra i donatori compaiono Germania, Francia e Paesi Bassi, mentre i destinatari sono appunto l’Italia, la Grecia, la Spagna e il Portogallo

Conseguentemente per i Paesi del Nord Europa gli acquisti sono diminuiti: il bilancio è di 14,3 miliardi di titoli in meno per la Germania; 3,4 miliardi in meno per i Paesi Bassi e 1,2 miliardi di titoli in meno per la Francia. 

I dati sono stati raccolti su base trimestrale e elaborati dalla agenzia Bloomberg. 

“Sembra che la Bce abbia già attivato la sua prima linea di difesa - ha spiegato a Bloomberg Christoph Rieger, responsabile dei tassi di Commerzbank - Questa è di gran lunga la più grande riduzione nel possesso di bond tedeschi da quando la BCE ha iniziato il ‘quantitative easing’, molto maggiore di quanto ci aspettassimo".