Borse incerte per le tensioni Cina-Usa

Aperture incerte e deboli per le borse europee. Milano è debole a -0,06%, Londra e Francoforte perdono lo 0,30%, mentre Parigi è sopra la parità a +0,04%.

Borse incerte per le tensioni Cina-Usa
Pixabay
La situazione dei mercati

Prima dell'avvio degli scambi, la famiglia Della Valle ha annunciato un'Opa volontaria sulle azioni Tod's. Il prezzo offerto corrisponde a 40 euro per azione (premio del 20,4% sul prezzo di chiusura di ieri). L'offerta è finalizzata ad acquisire il 25,55% delle azioni per raggiungere il 90% e dunque al delisting, ovvero l'uscita da Piazza Affari.

In pre-apertura il titolo segna un teorico +20%.

In Asia le forti tensioni tra Cina e Stati Uniti per la visita di Nancy Pelosi a Taiwan stanno provocando ancora volatilità. Dopo un avvio positivo - con il tentativo di rimbalzo - la borsa di Shanghai è passata in territorio negativo e perde lo 0,82%. Tokyo ha chiuso in rialzo di mezzo punto, mentre Hong Kong regge a +0,34%.

Wall Street ha chiuso in calo: pesante il Dow Jones (-1,23%) ma il Nasdaq perde appena lo 0,16%.

Il mercato energetico attende le prossime decisioni dei paesi produttori di petrolio riuniti al vertice Opec+. Sul tavolo il tema del rallentamento economico globale. Brent e greggio americano sono in calo.

Il gas naturale riparte questa mattina sul mercato di Amsterdam da 200 euro per megawatt/ora.