Rapporto annuale

Fmi: l'economia italiana si è ripresa bene dal Covid, ora rafforzare la crescita

Il Fondo Monetario Internazionale sottolinea come "nuove grandi sfide" aspettino il paese, plaude all'impegno per il Pnrr e "raccomanda" di continuare sulla strada delle riforme

Fmi: l'economia italiana si è ripresa bene dal Covid, ora rafforzare la crescita
(WikipediaCommons)
Sede del Fondo Monetario Internazionale (FMI) a Washington

"L'economia italiana si è ripresa in modo forte dal Covid" ma ora si trova ad "affrontare nuove grandi sfide". Lo scrive la delegazione del Fondo Monetario Internazionale nel rapporto annuale sul nostro paese, sottolineando che assicurare "un'adeguata fornitura di energia è una priorità".

"Rinvigorire il trend di crescita è essenziale per rafforzare i conti pubblici in modo da centrare gli obiettivi sociali e climatici", mette in evidenza il Fmi.

La crescita italiana è attesa rallentare in seguito alla guerra in Ucraina, la stretta della politica monetaria, le strozzature alle catene di produzione e l'inflazione alta, afferma il Fmi prevedendo per l'Italia una crescita al 3% quest'anno e dello 0,7% il prossimo con un'inflazione attesa al 6,7% nel 2022. "L'incertezza su queste previsioni è alta e i rischi al ribasso potrebbero materializzarsi e pesare sull'outlook, complicando la riduzione del debito pubblico", mette in evidenza il Fmi.

Il Fmi plaude all'impegno delle autorità italiane per il Pnrr e "raccomanda" di continuare sulla strada per "aumentare la produttività, gli investimenti e il potenziale di crescita, ma anche per accelerare la transizione verde. Un'efficiente esecuzione degli investimenti pubblici e lo slancio per le riforme saranno essenziali per il successo".