Meteo France: "40 gradi sono diventati la norma"

La Francia alle prese con la peggior siccità di sempre. E potrebbe peggiorare

Attivata l'Unità di crisi per coordinare la risorse idriche verso le aree maggiormente colpite e trovare soluzioni all'impatto della siccità sulla produzione di energia

La Francia alle prese con la peggior siccità di sempre. E potrebbe peggiorare
Ansa
Vista del Lac du Broc, il cui livello dell'acqua ha raggiunto livelli storici a causa della siccità e delle temperature calde

Conseguenza diretta di temperature record, la Francia è alle prese con la peggior siccità di sempre e la situazione potrebbe ulteriormente aggravarsi. Lo ha riferito il premier Elisabeth Borne che ha attivato un'Unità di Crisi per far fronte all'emergenza caldo e siccità.

La task force interministeriale ha come mandato di coordinare la risorse idriche verso le aree maggiormente colpite e dovrà trovare soluzioni all'impatto della siccità sulla produzione di energia.  La decisione del governo francese è stata annunciata dopo che il ministro per la Transizione ambientale, Christophe Bechu, ha confermato che più di un centinaio di comuni nell'Hexagone sono ormai senza acqua potabile. In tutto in 93 dipartimenti su 96 sono state decretate restrizioni nell'erogazione dei servizi idrici e i due terzi dei territori sono stati classificati in situazione di "crisi".

Sempre per la siccità due rifugi lungo il percorso di salita al Monte Bianco sono stati chiusi per "pericolo di morte",  a causa delle numerose cadute di pietre provocate dal caldo estremo.

Il mese di luglio 2022 è stato il secondo più secco mai registrato in Francia dopo quello del marzo 1961, con un deficit delle precipitazioni dell'84% rispetto alla media del 1991-2000. In altri termini, le piogge del mese scorso hanno rappresentato solo il 12% delle quantità necessarie per lo svolgimento di tutte le attività quotidiane. A patire particolarmente è il settore agricolo: la Francia è il quarto esportatore di grano al mondo e tra i cinque di granturco. L'eccessiva siccità e il divieto dell'irrigazione in diverse regioni agricole provocheranno un calo produttivo destinato a peggiorare ulteriormente la crisi dei cereali scaturita dalla guerra tra Ucraina e Russia.

Uno studio di Meteo France pubblicato su Le Monde evidenzia che in Francia superare i 40 gradi diventa sempre più frequente, anzi rappresenta la norma, mentre fino agli anni '90 era l'eccezione, con un punto di svolta segnato nel 2003, una delle estati più calde di sempre.