L'imbarcazione era diretta a Ischia

Incidente al porto di Napoli, aliscafo urta contro il molo: 28 feriti, nessuno in modo grave

Una bimba di pochi mesi sbatte la testa, trasportata in ospedale per accertamenti. A bordo 100 passeggeri. I fatti intorno a mezzogiorno, a pochi minuti dalla partenza dell'imbarcazione. Ancora ignote le cause del sinistro

È di 28 feriti il bilancio definitivo dell'incidente al porto di Napoli che questa mattina ha coinvolto un aliscafo diretto a Ischia. Dei passeggeri coinvolti nel sinistro, tre hanno lamentato ferite più serie ma nessuno è in pericolo di vita. L'aliscafo, pochi minuti dopo la partenza, ha impattato contro il molo San Vincenzo del porto del capoluogo campano, per cause ancora da accertare. Tra i feriti, anche una bambina di pochi mesi, che è stata portata a terra con una motovedetta della Guardia costiera e quindi trasportata in ospedale per accertamenti. Lo si apprende dai soccorritori intervenuti sul posto.

Il “Città di Forio” - questo il nome dell'aliscafo - aveva mollato gli ormeggi al Molo Beverello alle 12:10 diretto ad Ischia Porto, con circa 100 passeggeri a bordo. Da quanto si è appreso, mentre si trovava ancora all'interno del porto partenopeo, ha improvvisamente virato verso destra, finendo per sbattere contro le banchine del San Vincenzo.

Il mezzo, di tipo monocarena, non ha rischiato l'affondamento, ma l'urto ha causato paura a bordo e diversi passeggeri hanno lamentato conseguenze fisiche. Sul posto sono arrivati poco dopo i soccorsi, in primis la Guardia Costiera intervenuta via mare con alcune motovedette.