Allerta maltempo

Nubifragio a Firenze: alberi caduti e auto in panne. Forte temporale su Roma

Disagi anche nell'Alto Novarese. I rovesci sono stati particolarmente intensi nella fascia territoriale tra Oleggio e Bellinzago dove si è abbattuta una violenta grandinata

Nubifragio a Firenze: alberi caduti e auto in panne. Forte temporale su Roma
Ansa
Maltempo: nubifragio a Firenze, alberi caduti e allagamenti

Alberi caduti, allagamenti con disagi alla circolazione stradale, qualche breve e temporanea mancanza di corrente elettrica in alcuni punti della città a Firenze per la perturbazione annunciata dalle previsione meteo e la prima che in maniera copiosa e significativa interrompe il lungo periodo di siccità.

I vigili urbani sono intervenuti a Firenze in particolare per cadute di alberi su lungarno Ferrucci (uno è finito su una vettura in sosta all'angolo con via Ricorboli), in viale Marco Polo e in via Cave di Monteripaldi, e a presidio di sottopassi critici per gli allagamenti, come quello tra viale Guidoni e l'aeroporto.

L'acqua sulle carreggiate ha bloccato la circolazione stradale in molti punti della città, le precipitazioni abbondanti hanno causato difficoltà agli automobilisti diminuendo la visibilità. In tilt, inoltre, diversi impianti semaforici. Diverse auto sono andate in panne.

Anche nella provincia il maltempo ha causato disagi. 

Ad Antella una fognatura non ha ricevuto più acqua e si è allagata la strada, notevole il temporale che si è abbattuto nel resto del Chianti fiorentino, anche con scariche di fulmini. 

Tra le zone più colpite Bagno a Ripoli, a sud di Firenze, dove il sindaco Francesco Casini ha chiesto a Regione Toscana e Città Metropolitana di Firenze “l'attivazione dello stato di emergenza”. Con un post su Facebook Casini spiega che "a seguito del violentissimo nubifragio che si è abbattuto questa notte sul territorio di Bagno a Ripoli, in particolare nelle località di Grassina, Antella, Capannuccia, si stanno verificando mancanze di corrente elettrica e fornitura di acqua che saranno ripristinate nel più breve tempo possibile" mentre il sistema di protezione civile è stato immediatamente attivato, presenti i vigili del fuoco, le forze dell'ordine e gli operai comunali assieme a volontari, operativi senza sosta da ieri sera. Un evento senza precedenti e con conseguenze significative, per fortuna senza danni a persone ma con molti problemi ad abitazioni, auto, strade e patrimonio comunale". Casini riferisce che hanno "retto le casse di espansione di Capannuccia che hanno permesso di gestire la piena del torrente Ema evitando conseguenze più gravi alla frazione di Grassina. La portata di acqua dell'Ema è arrivata in soli 45 minuti da zero a livello di emergenza". Invece "non hanno retto alcuni torrenti, fossi e borri minori che hanno causato i danni più gravi e su cui verificheremo eventuali responsabilità di privati ed enti".

Bagno a Ripoli, intervento dei mezzi di soccorso Facebook/Francesco Casini
Bagno a Ripoli, intervento dei mezzi di soccorso

Difficoltà sono state segnalate per la circolazione fuori da svincoli autostradali e anche sulla Fi-Pi-Li. La protezione civile della Città metropolitana raccomanda la massima cautela alla guida delle vetture per la possibile presenza di detriti e ramaglie portate dal vento che ha accompagnato la precipitazione. Nel pomeriggio di ieri c'era stato un altro piovasco su Firenze, ma di breve durata.

Forti temporali si sono registrati anche in tutto l'Alto Novarese. I rovesci sono stati particolarmente intensi nella fascia territoriale tra Oleggio e Bellinzago dove si è abbattuta una violenta grandinata. I chicchi di grosse dimensioni hanno causato anche danni alle coperture. A Cavagliano, frazione di Bellinzago, la grandine ha quasi completamente distrutto la tensostruttura di un maneggio. La grandine è caduta anche nei paesi più vicini al capoluogo, dove invece la pioggia è stata scarsa.

Poco prima di mezzanotte intense precipitazioni si sono registrate su Roma. Oltre alla pioggia battente, tuoni e fulmini a rischiarare il cielo.